More stories

  • in

    MotoGP, Quartararo: “Cercheremo di essere più veloci a Valencia”

    ROMA – “In realtà volevo qualcosa di più dalla gara, perché abbiamo trovato qualcosa che ha migliorato la moto, ma non ci è stato d’aiuto come pensavamo”. Lo ha detto Fabio Quartararo commentando la prestazione nel Gran Premio di Teruel dove è arrivato sesto. “Il feeling non era ottimo, ma abbiamo fatto un po’ di punti e abbiamo completato una gara abbastanza buona. Sono riuscito a lottare e a difendere la mia posizione” prosegue il francese, futuro pilota del team ufficiale di Iwata. Mentre sulle chance di vincere il titolo di MotoGp (ora a 14 lunghezze da Johan Mir), il pilota guarda il calendario: “Cercheremo di essere più veloci nella prossima gara di Valencia, che è una pista che mi piace e nella quale l’anno scorso ho avuto un ottimo feeling – ha sottolineato Quartararo – inoltre lì non sembriamo soffrire di un calo delle gomme, come è stato qui. Quest’anno mancano tre gare e sappiamo quanto possiamo essere veloci. Potrei non essere molto contento del risultato, ma so che abbiamo buone opportunità in arrivo e non vedo l’ora di farmi trovare pronto” ha concluso l’alfiere della Yamaha. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGp, Ezpeleta conferma Valencia e Portimão: “Nessun problema”

    ROMA – “Le ultime gare restano quelle in programma a Valencia e Portimão e al momento non abbiamo ricevuto alcuna osservazione a riguardo”. Lo ha detto Carmelo Ezpeleta, numero uno della Dorna, assicurando che il calendario della MotoGp non subirà alcuna modifica sebbene il numero dei contagi sia in continua risalita in tutta Europa. Il paddock è atteso dagli ultimi tre Gp, due a Valencia (8 e 15 novembre) e poi in Portogallo (22 novembre). “Al momento non è cambiato nulla – continua Ezpeleta – Lo stato d’emergenza in Spagna in linea di massima non ha alcun impatto sulla nostra situazione. Al momento andiamo avanti. Ad ogni modo siamo in stretto contatto con le autorità locali e fin qui non abbiamo ricevuto alcun tipo di informazione a riguardo”. “Ci sono stati dei casi in Austria, e una-due persone negli altri posti, ma la cosa più importante è che, attraverso i test che stiamo facendo, siamo in grado di controllare tutto e conoscere lo stato della situazione – conclude il Ceo di Dorna Sports – In linea di principio, fin qui, non vediamo problemi per il futuro”. LEGGI TUTTO

  • in

    Gp Teruel, Dovizioso: “Brutto risultato, non ho velocità”

    ALCANIZ – Andrea Dovizioso non nasconde la delusione dopo il tredicesimo posto nel Gp Teruel, al termine di un weekend in salita. “Purtroppo oggi ho chiuso con un brutto risultato. Ha senso parlare solo di velocità, cosa che non ho. Non è una questione di motivazione: è brutto correre così, quando non ti puoi giocare certe posizioni come il podio. Questo mi scoccia parecchio”.
    Alti e bassi
    “Ci sono stati alti e bassi di tutti i piloti della Ducati quest’anno. Si cerca di studiare i dati, ma alla fine si guardano i punti in campionato. Di base non abbiamo fatto dei grandi exploit. La situazione non è sotto controllo. Mi metto sotto processo anche io, non mi faccio problemi”, ha spiegato. LEGGI TUTTO

  • in

    Gp Teruel, Mir: “Ottima gara, soddisfatto del podio”

    ALCANIZ – Joan Mir è soddisfatto del terzo posto centrato nel Gp di Teruel, che gli permette di conservare la leadership della classifica mondiale di MotoGp. “Sinceramente oggi dare di più sarebbe stato troppo, abbiamo fatto un’ottima gara. Non sono riuscito a recuperare la distanza da Morbidelli e Rins, ho dato il 100%. Un altro podio è un bellissimo risultato, soprattutto dalla dodicesima posizione in griglia”.
    Doppietta Suzuki
    Doppietta Suzuki con Alex Rins al secondo posto. “E’ stata una bella gara, piu’ veloce dello scorso weekend. Morbidelli ha un potenziale altissimo e lo ha dimostrato. Mi sono detto di seguirlo e di finire quantomeno sul podio: ce l’ho fatta”, ha detto. LEGGI TUTTO

  • in

    Gp Teruel, Morbidelli: “Ho dato tutto me stesso”

    ALCANIZ – “Una vittoria fenomenale, i membri del mio team hanno fatto un ottimo lavoro: questa vittoria la dedico a loro”. Grande gara di Franco Morbidelli nel Gp di Teruel, undicesimo appuntamento del mondiale di MotoGp: il pilota del team Yamaha Petronas, ha dominato la gara sin dal primo giro, approfittando della caduta del poleman Nagakami e tenendo a distanza le due Suzuki.
    Vittoria fenomenale
    “E’ stato bellissimo oggi. Sapevo che avrei dovuto essere aggressivo, ho dato tutto me stesso. La concentrazione era al massimo, ma avevo un gran feeling e sono stato preciso”, ha concluso. “E’ stata forse la gara più bella della mia vita. Sono partito forte, ma dopo che è caduto Nakagami mi sono detto di dare tutto fino alla fine. Credevo molto nella durata delle gomme, alla fine ero un po’ in difficoltà ma anche gli altri a quanto pare. Questa vittoria l’abbiamo costruita col team, capendo cosa si sarebbe potuto fare per migliorare ancora”. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGp, Gp Teruel: incredibile Morbidelli! Mir resta leader del mondiale

    ALCANIZ – Franco Morbidelli domina il Gp di Teruel e si prende il primo posto sul podio davanti ad Alex Rins e Joan Mir, che si conferma leader del mondiale. Partenza a razzo di Morbidelli che scatta dalla prima fila e resta davanti per tutta la gara. Caduta per il poleman Nakagami al primo giro, a dieci giri dalla fine cade anche Alex Marquez. Ducati ancora in difficoltà, con Danilo Petrucci decimo e Andrea Dovizioso che resta fuori dalla Top 10.
    Delusione Nakagami al via
    Nakagami scattava dalla pole, con Morbidelli e Rins in prima fila. Al via, acceso duello Morbidelli-Rins per la seconda posizione alle spalle del giapponese, autore di una buona partenza, ma subito a terra. Cadono anche due Ducati, Miller e Binder, mentre Morbidelli si porta al comando davanti a Rins e Zarco e comincia a dare gas, centrando il giro più veloce. Buona partenza anche per Mir, che recupera fino alla quinta posizione alle spalle di Vinales. In difficoltà Quartararò, alle spalle di Alex Marquez che punta Mir: entrambi attaccano Vinales e lo sorpassano. A metà gara, Morbidelli è saldamente in testa con alcuni decimi di vantaggio su Rins, mentre Mir si porta in terza posizione. Zarco viene superato anche da Marquez che scivola a dieci giri dalla fine. LEGGI TUTTO

  • in

    Gp Teruel, a Nakagami anche il warm up

    ALCANIZ – Dopo la pole position centrata ieri, Takaaki Nakagami si conferma con il miglior tempo anche nel warm-up del Gran Premio di Teruel, undicesimo appuntamento del Mondiale 2020 di MotoGp: il pilota giapponese ha preceduto Franco Morbidelli (che partirà dalla prima fila) e Alex Marquez.
    Ducati in ripresa
    Quarto tempo per Pol Espargaro, migliorano le Ducati con Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso rispettivamente in quinta e sesta posizione, mentre chiudono la Top 10 Maverick Vinales, Fabio Quartararo, Joan Mir e Bradley Smith. LEGGI TUTTO

  • in

    Gp Teruel, Dovizioso: “Non siamo abbastanza veloci”

    ALCANIZ – “Laqualifica non è andata bene, non siamo stati veloci quanto avremmo dovuto sul giro secco. Sinceramente il passo è ancora peggio, bilancio molto negativo”. Gara in salita per Andrea Dovizioso che partirà dalla sesta fila nel GP di Teruel. ammette Dovizioso. “Non posso più giocarmi il Mondiale e questo fatto mi fa arrabbiare. Su questa pista la trazione è fondamentale e se si hanno problemi ad aprire il gas in curva è difficile essere competitivi. Tutti sono riusciti a migliorare, noi no”.
    Qualifiche difficili
    “Partiremo piuttosto indietro e purtroppo anche il nostro ritmo di gara non è ottimo. Cercheremo di fare il possibile per portare a casa il maggior numero di punti”, ha concluso amareggiato Dovizioso. Anche per Danilo Petrucci “sono state delle qualifiche difficili e non siamo ancora riusciti a risolvere del tutto i problemi che avevamo già riscontrato la scorsa settimana qui al MotorLand”, ha spiegato. LEGGI TUTTO