More stories

  • in

    Mikaela Foecke dice no all’Italia e mette nei guai Firenze

    Foto Ufficio Stampa Il Bisonte Firenze

    Di Redazione
    Pesante tegola per Il Bisonte Firenze, che perde la statunitense Mikaela Foecke: la schiacciatrice, informa la società in una nota, ha comunicato la sua volontà di non rientrare in Italia per la prossima stagione lo scorso 9 luglio, a poche ore dalla partenza per il ritiro di Lizzano in Belvedere. Foecke ha ribadito le sue intenzioni ieri, 14 luglio, declinando anche la seconda convocazione: a questo punto Il Bisonte ha deciso di ricorrere alle vie legali, incaricando il proprio avvocato di “intraprendere le azioni necessarie per tutelare l’immagine del club“.
    La società toscana, che si dichiara “costernata per il comportamento dell’atleta“, tornerà sul mercato per cercare un nuovo rinforzo in posto 4, nonostante il momento di difficoltà anche in relazione all’emergenza sanitaria.
    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Firenze: Il Bisonte “carica” a testa bassa. Palla ai legali contro Foecke

    Al centro l’esultanza di Foecke

    FIRENZE – Il Bisonte Firenze interviene sul “caso Foecke”, l’atleta statunitense che non si è presentata al ritiro stagionale.

    “Firenze informa che nella giornata del 9 luglio, a poche ore dalla partenza largamente programmata per il ritiro di Lizzano in Belvedere, l’atleta Mikaela Foecke ha reso nota la sua volontà di non rientrare in Italia in vista della prossima stagione. Volontà riconfermata il 14 luglio, quando la schiacciatrice statunitense ha declinato anche la seconda convocazione. La società, costernata per il comportamento dell’atleta, ha dato incarico al proprio legale di intraprendere le azioni necessarie per tutelare l’immagine del Club. Il Bisonte Firenze tornerà sul mercato cercando di riparare al danno tecnico provocato da questa scelta unilaterale, pur consapevole delle difficoltà visto il momento”.

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteModena: Petric si riprende la scena. “La fascia di capitano? La merita Christenson”

    Articolo successivoMontecchio: Giulia Bastianello chiude la rosa LEGGI TUTTO

  • in

    Lega Femminile: Il taglio unilaterale al 70% porterà nuovi “Ban” ai club italiani? Casalmaggiore, Perugia e Brescia a rischio

    MODENA – La strategia consigliata e permessa dalla Lega dello Sceriffodeldopingamministrativo Mauro Fabris ai suoi club – pur non trovando un accordo con gli agenti delle atlete -, ovvero quella di chiudere la stagione con il pagamento del “solo” 70% degli stipendi potrebbe lasciare il segno nei prossimi campionati.

    Dopo il caso dell’annuncio della cubana Montalvo che ha smentito l’ingaggio da parte di Casalmaggiore, proprio sul club lombardo cade un’altra tegola, la prima di una serie prossime sulle teste dei club italiani.

    La palleggiatrice serba Ana Antonijevic ha denunciato il club presso la CEV per il mancato rispetto del contratto 2019/20. Ad oggi – tra le varie voci di spogliatoio – si dice che la società casalasca avrebbe saldato il 60% degli ingaggi. Di certo Antonijevic ha percepito almeno 5 mensilità avendo sottoscritto la liberatoria intermedia sul 50% degli emolumenti stagionali.

    Il caso Casalmaggiore non è isolato. Nella “bufera” per i tagli degli ingaggi al 70% concessi dalla Lega femminile potrebbe veder bannati dalla Cev anche Perugia e Brescia. In casa umbra è certo la denuncia dell’opposta brasiliana Rosamaria Montibeller (peraltro annunciata proprio a Casalmaggiore), mentre dovrebbero attivarsi anche la svedese Lazic e la serba Crncevic.

    A Brescia qualche malumore l’ha manifestato la canadese Veltman, anche da lei è attesa la denuncia alla FIVB. In attesa delle mosse di alcune statunitensi.    
    Intanto in sede di ammissione ai campionati c’è particolare attesa per alcuni club che – si dice, stando alle voci raccolte dalle atlete – non avrebbero presentato le liberatorie necessarie per l’iscrizione al campionato.  Almeno due club a rischio? Si giocherà una A1 a 10 squadre?

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteReggio Emilia: Confermato il secondo libero Cagni

    Articolo successivoBergamo: Ufficiale la conferma di Cargioli LEGGI TUTTO

  • in

    Chieri: Via alla stagione, aspettando le statunitensi Frantti e Alhassan

    CHIERI -La nuova stagione della prima squadra della Reale Mutua Fenera Chieri ’76 è iniziata.Atto inaugurale della terza avventura del club biancoblù in A1 è stato il raduno svolto ieri al PalaFenera. Al saluto di Filippo Vergnano e Lucio Zanon di Valgiurata a nome della società, è seguita una parte più operativa per illustrare le norme di comportamento da tenere in questo periodo per poter svolgere l’attività. Attività che, nel rispetto dei protocolli di sicurezza, sarà rigorosamente a porte chiuse.

    Presenti al raduno lo staff tecnico al gran completo, e dieci delle tredici giocatrici: uniche assenti le statunitensi Frantti e Alhassan, che si uniranno alle loro nuove compagne appena completato l’iter burocratico e sanitario per poter sbarcare in Italia, e Laak, impegnata con la nazionale estone. Sono state aggregate alla prima squadra anche Francesca Guarena, Alessia Marengo e Lucrezia Iannacone, tre giovani della B2, fiore all’occhiello di un settore giovanile che grazie alla collaborazione col PlayAsti sta crescendo in maniera importante.

    Archiviato il raduno, da oggi è iniziata la preparazione, che in questa prima fase si svolgerà alternando il lavoro in piscina ai Ronchi Verdi a Torino con le sedute in palestra al PalaFenera.

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteA3: Macerata annuncia il centrale Sanfilippo

    Articolo successivoBusto Arsizio: Conferme di mezzanotte… C’è anche Stevanovic LEGGI TUTTO

  • in

    Novara: Campionesse d’Europa al via. Sansonna: “Qui c’è sempre il sapore di una bella sfida da vivere”

    Stefania Sansonna

    NOVARA – Adesso è ufficiale, dopo il lunghissimo stop forzato, la Igor Volley è ripartita. L’ha fatto con il consueto raduno, quest’anno al Pala Igor, con la squadra che si è ritrovata agli ordini di Stefano Lavarini e del suo staff in mattinata, prima di iniziare gli allenamenti (nel rispetto dei protocolli vigenti) nel pomeriggio.

    Tra volti nuovi e ritorni, è una Igor profondamente rinnovata quella che ha iniziato a “sudare” sotto gli occhi attenti di un’altra new entry, il preparatore atletico Simone Mencaccini.

    Stefania Sansonna, una delle veterane, è la prima a raccontare le nuove emozioni per la ripartenza: “Siamo ferme da febbraio e l’entusiasmo della ripartenza è enorme. Questa stagione ha un sapore particolare per tutti, vogliamo creare un bel gruppo e lavorare per raggiungere il nostro massimo. Novara? Sono qui da tanti anni, ogni anno è sempre diverso e c’è sempre il sapore di una bella sfida da vivere. Ho tante compagne giovani ma già esperte, visto che molte di loro sono già riferimento delle proprie nazionali e le sensazioni sono ottime. Spero che lo sport ci restituisca un po’ di normalità e positività, che in questi mesi sono mancate”.

    Caterina Bosetti, new entry: “C’era tantissima voglia di tornare in palestra, anche per come è finita la scorsa stagione. Per me è tutto nuovo, c’è tanta voglia di iniziare, di conoscere le compagne di squadra e l’ambiente attorno a noi per fare bene. Voglio ricominciare da zero qui a Novara, senza pensare a quello che è stato. Sono superpositiva, come è un po’ il mio modo di essere. Di certo in questo momento c’è tanta voglia di ripartire“.

    Anche Britt Herbots è pronta a ripartire: “La pallavolo ci mancava tantissimo e non vediamo l’ora di poterci mettere in gioco. Inizia una nuova avventura, vogliamo vincere qualcosa e credo che la squadra sia stata costruita per riuscirci. Dovremo lavorare bene, dare tutto e sono certa che potremo riuscire a toglierci qualche grande soddisfazione”. LEGGI TUTTO

  • in

    L’Igor torna in campo. Sansonna: “C’è il sapore di belle sfide”

    Di Redazione
    Adesso è ufficiale, dopo il lunghissimo stop forzato, la Igor Volley è ripartita. L’ha fatto con il consueto raduno, quest’anno al Pala Igor, con la squadra che si è ritrovata agli ordini di Stefano Lavarini e del suo staff in mattinata, prima di iniziare gli allenamenti (nel rispetto dei protocolli vigenti) nel pomeriggio. Tra volti nuovi e ritorni, è una Igor profondamente rinnovata quella che ha iniziato a “sudare” sotto gli occhi attenti di un’altra new entry, il preparatore atletico Simone Mencaccini.
    Di seguito le voci di alcune delle protagoniste.
    Stefania Sansonna: “Siamo ferme da febbraio e l’entusiasmo della ripartenza è enorme. Questa stagione ha un sapore particolare per tutti, vogliamo creare un bel gruppo e lavorare per raggiungere il nostro massimo. Novara? Sono qui da tanti anni, ogni anno è sempre diverso e c’è sempre il sapore di una bella sfida da vivere. Ho tante compagne giovani ma già esperte, visto che molte di loro sono già riferimento delle proprie nazionali e le sensazioni sono ottime. Spero che lo sport ci restituisca un po’ di normalità e positività, che in questi mesi sono mancate“.
    Caterina Bosetti: “C’era tantissima voglia di tornare in palestra, anche per come è finita la scorsa stagione. Per me è tutto nuovo, c’è tanta voglia di iniziare, di conoscere le compagne di squadra e l’ambiente attorno a noi per fare bene. Voglio ricominciare da zero qui a Novara, senza pensare a quello che è stato. Sono superpositiva, come è un po’ il mio modo di essere. Di certo in questo momento c’è tanta voglia di ripartire“.
    Britt Herbots: “Siamo pronte a ripartire, la pallavolo ci mancava tantissimo e non vediamo l’ora di poterci mettere in gioco. Inizia una nuova avventura, vogliamo vincere qualcosa e credo che la squadra sia stata costruita per riuscirci. Dovremo lavorare bene, dare tutto e sono certa che potremo riuscire a toglierci qualche grande soddisfazione“.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Brescia: Il PalaGeorge di Montichiari ha riaperto le porte a Mazzola e team

    MONTICHIARI – Presso lo storico impianto monteclarense, che sarà la casa della Valsabbina Millenium Brescia per il quarto anno, le tredici Leonesse si sono ritrovate per iniziare la nuova avventura nel primo torneo nazionale insieme a coach Mazzola e al suo staff. Rispetto alla scorso campionato, interrotto a causa dalla pandemia del covid-19, i volti nuovi sono ben nove, di cui tre rientri; oltre a quattro conferme.

    Vestiranno i colori bianconeri della Banca Valsabbina Brescia le schiacciatrici Giulia Angelina, Marrit Jasper e Lea Cvetnic, le centrali Alexandra Botezat, Beatrice Berti, e Tiziana Veglia che insieme alle opposte Anna Nicoletti e Clara Decortes più che ‘volto nuovo’ si può definire un ritorno. New entry anche il libero Ylenia Pericati.

    Sono rimaste in terra bresciana le alzatrici Marta Bechis ed Ulrike Bridi, l’attaccante di posto 4 Federica Biganzoli ed il libero Francesca Parlangeli, veterana del gruppo bresciano. Un roster rinnovato, desideroso di stupire sul campo, che potrà dare soddisfazioni a dirigenti, sponsor e tifosi.

    Nel rispetto delle regole imposte a causa della pandemia, inizia la stagione al PalaGeorge con allenamento a porte chiuse ma non solo lì: agli ordini del preparatore Sergio Padovani e dell’assistente Cozzi, si terranno le sedute in sala pesi presso la Futura Fitness di Ghedi. Al momento la dirigenza, in particolare il general manager Emanuele Catania, sta lavorando insieme a coach Mazzola per definire il programma degli allenamenti congiunti futuri in vista del campionato che dovrebbe prendere il via il prossimo 19/20 settembre.

    “C’è tanto entusiasmo – spiega la regista Marta Bechis – e tanta voglia di ricominciare cercando di ricostruire mattone dopo mattone una giusta ripartenza, dopo aver vissuto momenti davvero difficili nella speranza che non si avverino più: questo ci darà la forza e la giusta determinazione per costruire le giuste basi per far bene. In questo inizio di stagione scoprirò nuove compagne di squadra con cui creare una perfetta amalgama”.
    “Sembra un primo giorno di scuola abbastanza strano e particolare – commenta Federica Biganzoli -, cercando di mantenere le giuste precauzioni per la tutela personale e collettiva dell’intero gruppo. Dopo un lungo periodo di assenza dai campi di gioco, attendevamo con tanta voglia di ripartire questo momento, pur mantenendo alta la guardia di attenzione e sperando che il brutto appartenga al passato e sia solo un ricordo. I 9/13 della squadra sono cambiati e in queste prime settimane di preparazione abbiamo bisogno di conoscerci tra noi per fare bene”. LEGGI TUTTO

  • in

    Le Leonesse di Brescia in campo, Bechis: “Tanto entusiasmo”

    Di Redazione
    Presso lo storico impianto monteclarense, che sarà la casa della Valsabbina Millenium Brescia per il quarto anno, le tredici Leonesse si sono ritrovate per iniziare la nuova avventura nel primo torneo nazionale insieme a coach Mazzola e al suo staff. Rispetto alla scorso campionato, interrotto a causa dalla pandemia del covid-19, i volti nuovi sono ben nove, di cui tre rientri; oltre a quattro conferme.
    Vestiranno i colori bianconeri della Banca Valsabbina Brescia le schiacciatrici Giulia Angelina, Marrit Jasper e Lea Cvetnic, le centrali Alexandra Botezat, Beatrice Berti, e Tiziana Veglia che insieme alle opposte Anna Nicoletti e Clara Decortes più che ‘volto nuovo’ si può definire un ritorno. New entry anche il libero Ylenia Pericati.
    Sono rimaste in terra bresciana le alzatrici Marta Bechis ed Ulrike Bridi, l’attaccante di posto 4 Federica Biganzoli ed il libero Francesca Parlangeli, veterana del gruppo bresciano. Un roster rinnovato, desideroso di stupire sul campo, che potrà dare soddisfazioni a dirigenti, sponsor e tifosi.
    Nel rispetto delle regole imposte a causa della pandemia, inizia la stagione al PalaGeorge con allenamento a porte chiuse ma non solo lì: agli ordini del preparatore Sergio Padovani e dell’assistente Cozzi, si terranno le sedute in sala pesi presso la Futura Fitness di Ghedi. Al momento la dirigenza, in particolare il general manager Emanuele Catania, sta lavorando insieme a coach Mazzola per definire il programma degli allenamenti congiunti futuri in vista del campionato che dovrebbe prendere il via il prossimo 19/20 settembre.
    “C’è tanto entusiasmo – spiega la regista Marta Bechis – e tanta voglia di ricominciare cercando di ricostruire mattone dopo mattone una giusta ripartenza, dopo aver vissuto momenti davvero difficili nella speranza che non si avverino più: questo ci darà la forza e la giusta determinazione per costruire le giuste basi per far bene. In questo inizio di stagione scoprirò nuove compagne di squadra con cui creare una perfetta amalgama”.
    “Sembra un primo giorno di scuola abbastanza strano e particolare – commenta Federica Biganzoli -, cercando di mantenere le giuste precauzioni per la tutela personale e collettiva dell’intero gruppo. Dopo un lungo periodo di assenza dai campi di gioco, attendevamo con tanta voglia di ripartire questo momento, pur mantenendo alta la guardia di attenzione e sperando che il brutto appartenga al passato e sia solo un ricordo. I 9/13 della squadra sono cambiati e in queste prime settimane di preparazione abbiamo bisogno di conoscerci tra noi per fare bene”.
    Banca Valsabbina Millenium Brescia, stagione 2020/20213 – Marta Bechis (alzatrice, nata a Torino il 3 settembre 1989, 180 cm, confermata)5 – Giulia Angelina (schiacciatrice, nata a Grignasco NO il 27 febbraio 1997, 192 cm, da Filottrano)6 – Marrit Jasper (schiacciatrice, nata a Sneek, Paesi Bassi, il 28 febbraio 1996, 180 cm, da Aachen)7 – Ylenia Pericati (libero, nata a Bovolone VR il 22 marzo 1994, 174 cm, da Macerata)9 – Lea Cvetnic (schiacciatrice, nata a Zagabria, Croazia, il 22 febbraio 1999, 186 cm, da Sassuolo)10 – Francesca Parlangeli (libero, nata a Torino il 23 febbraio 1990, 168 cm, confermata)11 – Ulrike Bridi (alzatrice, nata a Trento il 24 luglio 1994, 182 cm, confermata)12 – Federica Biganzoli (schiacciatrice, nata a Tradate VA il 5 novembre 1987, 179 cm confermata)14 – Alexandra Botezat (centrale, nata Brăila, Romania, il 3 agosto 1998, 186 cm, da Conegliano)15 – Beatrice Berti (centrale, nata a Padova, il 12 gennaio 1993, 192 cm, da Busto Arsizio)16 – Tiziana Veglia (centrale, nata a Torino il 13 settembre 1992, 187 cm, da Casalmaggiore)17 – Clara Decortes (opposta, nata a Seriate BG il 7 marzo 1996, 183 cm, da San Giovanni in Marignano)18 – Anna Nicoletti (opposta, nata a Arzignano VI il 3 gennaio 1996, 189 cm, da Filottrano)
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO