More stories

  • in

    7ª Giornata (25/10/2020) – Regular Season SuperLega Credem Banca – TABELLINI

    7ª Giornata (25/10/2020) – Regular Season SuperLega Credem Banca
    NBV Verona – Top Volley Cisterna 3-2 (25-19, 26-28, 25-23, 24-26, 15-11) – NBV Verona: Spirito 2, Kaziyski 17, Aguenier 9, Boyer 14, Jaeschke 21, Caneschi 12, Donati (L), Bonami (L), Asparuhov 2, Magalini 0, Kimerov 0. N.E. Zanotti, Peslac. All. Stoytchev. Top Volley Cisterna: Seganov 0, Tillie 9, Krick 16, Szwarc 19, Randazzo 23, Rossi 5, Rondoni (L), Sottile 0, Cavuto 8, Cavaccini (L), Onwuelo 0. N.E. Rossato. All. Kovac. ARBITRI: Santi, Lot. NOTE – durata set: 27′, 30′, 29′, 33′, 18′; tot: 137′.
    Vero Volley Monza – Itas Trentino 3-2 (25-21, 21-25, 19-25, 25-16, 15-13) – Vero Volley Monza: Orduna 2, Lanza 9, Holt 11, Lagumdzija 23, Dzavoronok 17, Galassi 4, Federici (L), Sedlacek 10, Brunetti (L), Beretta 2. N.E. Calligaro, Ramirez Pita, Falgari. All. Eccheli. Itas Trentino: Giannelli 3, Santos De Souza 10, Lisinac 4, Abdel-Aziz 32, Kooy 12, Podrascanin 8, Sperotto 0, Rossini (L), De Angelis 0, Cortesia 0, Sosa Sierra 0, Argenta 0. N.E. All. Lorenzetti. ARBITRI: Braico, Zavater. NOTE – durata set: 28′, 28′, 29′, 25′, 21′; tot: 131′.
    Kioene Padova – Leo Shoes Modena 1-3 (17-25, 23-25, 25-21, 18-25) – Kioene Padova: Shoji 4, Wlodarczyk 9, Vitelli 6, Stern 16, Bottolo 15, Volpato 5, Gottardo (L), Danani La Fuente (L), Merlo 0, Casaro 1. N.E. Ferrato, Fusaro, Milan, Canella. All. Cuttini. Leo Shoes Modena: Christenson 3, Karlitzek 9, Stankovic 9, Vettori 22, Petric 16, Mazzone 8, Sanguinetti (L), Iannelli (L), Grebennikov (L), Bossi 0, Estrada Mazorra 1, Porro 0. N.E. Negri, Sala. All. Giani. ARBITRI: Vagni, Sobrero. NOTE – durata set: 24′, 31′, 32′, 24′; tot: 111′.
    Cucine Lube Civitanova – Allianz Milano 3-0 (25-20, 26-24, 25-22) – Cucine Lube Civitanova: De Cecco 2, Juantorena 15, Anzani 4, Rychlicki 12, Leal 13, Simon 8, Balaso (L), Marchisio 0, Hadrava 0. N.E. Yant Herrera, Kovar, Falaschi. All. De Giorgi. Allianz Milano: Sbertoli 4, Ishikawa 8, Kozamernik 7, Patry 7, Maar 11, Piano 7, Meschiari (L), Pesaresi (L), Basic 2, Daldello 0, Weber 0. N.E. Mosca, Staforini. All. Piazza. ARBITRI: Puecher, Boris. NOTE – durata set: 25′, 29′, 31′; tot: 85′.
    Sir Safety Conad Perugia – Consar Ravenna 3-0 (25-18, 25-20, 26-24) – Sir Safety Conad Perugia: Travica 2, Plotnytskyi 13, Biglino 6, Ter Horst 9, Leon Venero 23, Russo 10, Vernon-Evans 0, Piccinelli (L), Zimmermann 0, Sossenheimer 0. N.E. Atanasijevic. All. Heynen. Consar Ravenna: Redwitz 0, Recine 14, Grozdanov 4, Pinali 14, Loeppky 3, Mengozzi 7, Zonca 0, Giuliani (L), Kovacic (L), Batak 0, Koppers 5. N.E. Pirazzoli, Rossi, Grottoli. All. Bonitta. ARBITRI: Giardini, Florian. NOTE – durata set: 23′, 27′, 31′; tot: 81′. LEGGI TUTTO

  • in

    Superlega: Civitanova tiene il passo di Perugia. 3-0 a Milano

    Leal in attacco vs Milano

    7. GIORNATA CUCINE LUBE CIVITANOVA – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO 3-0 (25-20, 26-24, 25-22) – in aggiornamento

    CIVITANOVA – Continua spedita la marcia della Cucine Lube Civitanova che conferma la sua imbattibilità in campionato superando l’Allianz Milano in tre set (25-20, 26-24, 25-22), davanti ai 200 spettatori ammessi all’Eurosuole Forum.

    SESTETTI – Civitanova ha De Cecco in regia, Rychlicki opposto, Juantorena e Leal in posto 4, Simon e Anzani al centro,  Balaso libero. Milano presenta Sbertoli in regia, Patry opposto,  Maar (uscito dallo stop cautelativo di una settimana fa) e Ishikawa in posto 4,  Kozamernik e Piano al centro, Pesaresi libero.

    LA PARTITA – Il primo parziale è tutto in discesa per i padroni di casa, orfani del giovane centrale Larizza (alle prese con una tonsillite), e con Kovar inserito a referto ma inutilizzabile. Merito della buona vena dai nove metri di Robertlandy Simon e compagni, che prima scavano un buon gap sul turno di Leal (ace dell’8-5, firmerà ben 6 punti col 57% in attacco), e poi scappano via con altre due battute vincenti proprio del gigante cubano (12-7). Nella metà campo marchigiana funziona tutto a meraviglia, con Balaso protagonista in difesa. Piazza gioca la carta Basic al posto di Ishikawa per provare a sistemare la seconda linea (solo 17% di positive in ricezione) sul 17-10, maturato con il quinto ace della Lube firmato stavolta da Juantorena. Poi tenta anche il cambio della diagonale d’attacco. Senza però trarne i benefici sperati: finisce 25-20.

    Decisamente più equilibrati, invece i due set successivi. Nel secondo Milano, dopo aver messo il muso davanti con un ace di Ishikawa (11-13), prova anche la fuga grazie ad un contrattacco di Piano che scrive il +3. Ma i lombardi, che espongono un ottimo Maar (5 punti, 75% in attacco) e vengono agevolati dai 9 errori al servizio dei marchigiani, si fanno riacciuffare a quota 19. E nel testa a testa finale sono un muro vincente di Simon ed il successivo contrattacco di Leal (altri 6 punti col 60% sulle schiacciate), che sfrutta una gran difesa di De Cecco, a regalare il 26-24 e quindi il 2-0 ai padroni di casa. 
    E la stessa trama va in scena nel terzo, conclusivo parziale: squadre in parità fino al 19-19, poi è un attacco out di Ishikawa a regalare il break (21-19) alla Cucine Lube. Che mettendo in vetrina un Osmany Juantorena delle grandi occasioni (top scorer con 15 punti, davanti a Leal con 13) lo difenderà a denti stretti fino all’ultimo pallone, schiantato a terra da Rychlicki (25-22), innescato con estrema precisione dall’Mvp di giornata De Cecco.

    HANNO DETTO
    Robetlandy Simon (Civitanova): “Tutti sanno che noi siamo qui a lottare per andare avanti e per ottenere buoni risultati. Per questo lavoriamo tutti i giorni per affinare le nostre qualità. Milano ci ha messo parecchio in difficoltà, ma siamo stati bravi a tirare fuori il nostro meglio per portare a casa questa vittoria. A volte si ha la panchina lunga, ma se vanno fuori due giocatori importanti non hai nessuno per poterli rimpiazzare. Sono le difficoltà della vita, bisogna sistemarsi ed andare avanti, continuando a lavorare con la convinzione di potercela fare. Modena è una grande squadra, magari non ha grandissimi nomi in attacco, ma ci sono comunque giocatori che sanno giocare ed altri che si muovono bene. Andare al PalaPanini, poi, è sempre complicato”.
    Ferdinando De Giorgi (Coach Civitanova): “Sono tre punti importanti, anche alla luce della situazione di classifica, dato che Milano era subito dietro. Considerando anche le assenze di due centrali e di uno schiacciatore come Kovar, è stata una settimana un po’ particolare, ma oggi abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Possiamo migliorare ancora dal punto di vista della continuità in certi momenti della partita, soprattutto al servizio, dove riusciamo a mettere in difficoltà gli avversari, dobbiamo quindi mantenere un buon livello in tutti i set. Nel secondo parziale ci sono stati un po’ troppi errori in battuta da parte nostra, ben 9, e questo ha aiutato Milano a rimanere in partita. I ragazzi sono stati bravi perché quando siamo andati al punto-punto hanno mantenuto la concentrazione e hanno fatto quella cosa in più che serviva in quel momento. Questa è una qualità che bisogna apprezzare. Nel terzo set ci siamo un po’ adagiati, anche se l’Allianz ha fatto un turno di battuta molto importante con Sbertoli, accorciando le distanze”.
    Luciano De Cecco (Civitanova): “Tutte le partite sono combattute, dipende da come le affrontiamo. Milano ha giocato molto bene, noi siamo stati bravi a tratti a fare delle belle giocate. Pensiamo alla prossima e ci godiamo questi tre punti importanti. La squadra ha fatto il suo dovere, io ho fatto il mio e per questo siamo tutti contenti. Ora dobbiamo migliorare ogni giorno e questa settimana avremo molto da fare, portando queste cose positive e aggiungendo novità per arrivare bene all’importante partita della settimana prossima. Ci godiamo questa vittoria ed il giorno libero, poi torneremo a sudare in palestra pensando a Modena”.
    Luka Basic (Milano): “Non abbiamo fatto una buona partita, ma nonostante tutto abbiamo avuto le nostre occasioni per provare a vincere qualche set. Credo che oggi Milano sia mancata in piccoli dettagli, forse tanti, che hanno fatto la differenza e a queste squadre non puoi concedere nulla. Io penso che possiamo ancora migliorare, ma dobbiamo lavorare tanto in palestra e farci trovare subito pronti già per la prossima gara con Perugia”.  LEGGI TUTTO

  • in

    Più forti di tutto! Perugia batte Ravenna nel giorno più difficile

    Senza Ricci e Solè, con Atanasijevic non utilizzabile e con l’assenza dell’ultimo minuto di Colaci, i Block Devis tirano fuori gli attributi ed una grande prestazione di squadra gettandosi alle spalle una settimana davvero dura, piegando in tre set la Consar e restando così in vetta alla classifica di Superlega. Ottimi Biglino e Piccinelli, mantello da Superman per l’Mvp Leon

    Come fare per vedere gli attributi di una squadra? Per informazioni stasera passare dal PalaBarton!La Sir Safety Conad Perugia batte 3-0 la Consar Ravenna nella settima giornata di andata di Superlega e conquista i tre punti che la mantengono salda in vetta alla classifica. Lo fa al termine di una settimana davvero difficile, con i casi di positività al Covid-19 a minare la serenità dell’ambiente, lo fa gettandosi alle spalle quattro giorni di timori e senza allenamenti, lo fa sopperendo con cuore, carattere ed uno spirito di squadra invidiabile alle defezioni di Ricci e Solè, alla mancanza di un Atanasijevic a referto ma ancora non utilizzabile e al forfait dell’ultimo minuto di Max Colaci.Chapeau per i ragazzi di coach Heynen che tengono dritta la barra, si compattano ancora di più se possibile, mettono tutte le energie mentali e nervose sul taraflex del PalaBarton ed alla fine si sciolgono in un’esultanza vera insieme al 197 di Pian di Massiano.Fin qui la parte emotiva della serata. Ma che anche una parte, e che parte, tecnica. Quella di un sestetto che gioca alla grande per due set abbondanti, che attacca con percentuali clamorose (78% addirittura nel primo parziale), che in fase break è un orologio e che sbaglia pochissimo. Il finale di terzo set è invece combattuto ed equilibrato, con Ravenna che non molla spinta da Recine, con Perugia che non molla ugualmente. Ai vantaggi decide un fallo di formazione di Pinali ed è vittoria bianconera.Oggi il vero Mvp è la squadra, ma il riconoscimento se lo prende un monumentale Leon che ne mette 23 con 2 ace, 3 muri ed il 69% sotto rete. Ma giocano bene tutti davvero, da Russo e Plotnytskyi, da Ter Horst e Travica che in regia non sbaglia una scelta una, da Zimmermann a Sossenheimer e Vernon-Evans che entrano per pochi scampoli a dare il loro prezioso contributo. L’applauso più grande però va a Biglino e Piccinelli, perché sostituire dei compagni all’ultimo momento (all’ultimissimo nel caso del libero classe ’97) e farlo con la loro qualità e la loro prestazione è davvero da standing ovation.
    IL MATCH
    Con Ricci e Solè out e con Atanasijevic ancora non pronto all’utilizzo, Heynen deve fare a meno all’ultimo minuto anche di Colaci. Formazioni quindi obbligata con Russo e Biglino centrali e Piccinelli libero. Si parte con grande equilibrio spezzato dal contrattacco di Plotnytskyi (5-3). Ace di Russo, poi Plotnytskyi (8-4). Ter Horst si infila nel muro romagnolo, poi è vincente il muro bianconero (12-7). La Consar cerca il rientro, Travica mantiene quattro lunghezze di vantaggio per i suoi (16-12). Magia di Plotnytskyi, poi pipe di Leon (18-12). Due in fila di Recine accorciano (18-14), Plotnytskyi e il muro di Leon ristabiliscono (20-14). Primo tempo in contrattacco di Russo (22-15). Plotnytskyi porta Perugia al set point (24-18). Chiude subito l’ace di Leon (25-18).Si riparte nel secondo set con il classico punto a punto e con Leon che firma quello che 5-5. Mette anche l’ace l’asso caraibico, poi super colpo di Plotnytskyi (7-5). Perugia prova ad allungare con l’ace di Plotnytskyi (12-8). Russo chiude il primo tempo dopo un lungo scambio (16-11). Recine non ci sta (16-13), Travica rimette a +5 i suoi (18-13). A segno anche Biglino da posto tre (20-14). Ancora Russo, due volte di fila, sempre con il gioco al centro per il set point Perugia (24-16). Pinali trova una bella serie dai nove metri con tre ace consecutivi (24-20). Il quarto esce di poco e propizia il raddoppio bianconero (25-20).Terzo set con grande equilibrio in avvio (4-4). Ace di Russo, con la fattiva collaborazione del nastro (7-5). Non passa il pallonetto di Pinali (11-8). È sempre Recine a suonare la carica per Ravenna (12-11). Leon tiene l’attacco in questa fase, poi ancora un contrattacco a terra in primo tempo di Biglino (16-13). Out Plotnytskyi, la Consar è ancora a contatto (16-15). Sono sempre Leon da una parte e Recine dall’altra (18-17). Muro di Pinali e parità a quota 20. Russo non sbaglia in primo tempo (21-20). Recine pareggia in pipe (21-21). Ace di Pinali, sorpasso Ravenna (21-22). Plotnytskyi sulle mani del muro avversario (22-22). Il muro di Ter Horst capovolge (23-22). Ancora Ter Horst in contrattacco, match point Perugia (24-22). Pinali molto bene da seconda linea (24-23). Mengozzi allunga il set ai vantaggi (24-24). Biglino chiude il primo tempo (25-24). Il fallo di formazione di Pinali regala la vittoria ai Block Devils (26-24).
    I COMMENTI
    Thijs Ter Horst (Sir Safety Conad Perugia): “È stata una settimana dura e molto complicata per noi. Penso che abbiamo dimostrato che siamo una squadra vera, anche se ci mancavano alcuni nostri compagni, spingendo tutti insieme dal primo all’ultimo punto”.Omar Biglino (Sir safety Conad Perugia): “Ho cercato di dare il mio contributo in un momento di difficoltà, sono contento e molto felice perché ho sentito la fiducia dei miei compagni. Abbiamo giocato bene tutti, siamo stati una squadra e ci prendiamo una vittoria importante in un momento certamente difficile”.
    IL TABELLINO
    SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CONSAR RAVENNA 3-0Parziali: 25-18, 25-20, 26-24SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica 2, Ter Horst 9, Russo 10, Biglino 6, Leon 23, Plotnytskyi 13, Piccinelli (libero), Sossenheimer, Zimmermann, Vernon-Evans. N.e.: Atanasijevic. All. Heynen, vice all Fontana.CONSAR RAVENNA: Redwitz, Pinali 14, Mengozzi 7, Grozdanov 4, Recine 14, Loeppky 3, Kovacic (libero), Giuliani (libero), Zonca, Batak, Koppers 5. N.e.: Pirazzoli, Grottoli, Rossi. All. Bonitta, vice all. Bologna.Arbitri: Massimiliano Giardini – Massimo FlorianLE CIFRE – PERUGIA: 11 b.s., 6 ace, 45% ric. pos., 16% ric. prf., 67% att., 5 muri. RAVENNA: 8 b.s., 4 ace, 47% ric. pos., 10% ric. prf., 54% att., 6 muri.
    UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA LEGGI TUTTO

  • in

    Monza risorge e vince al tie break con Trento

    Di Roberta Resnati
    Una partita da vincere per tornare in carreggiata. È questo il leitmotiv che unisce le squadre scese in campo all’Arena di Monza.
    Coach Lorenzetti sceglie la diagonale Giannelli – Abdel Aziz, Lucarelli – Kooy, in quattro, la coppia serba Podrascanin – Lisinac in posto tre e a difendere la seconda linea Rossini.
    Monza si affida al solito starting six Orduna – Lagumdzija, Dzavoronok – Lanza in banda, Holt-Galassi al centro e Brunetti libero, con Federici ancora ai box.
    Parte forte la formazione di casa (3-1), subito rimontata però sul 7-7 con il servizio di Giannelli e un muro sull’opposto brianzolo. Il servizio sembra l’arma in più dei monzesi, che trovano un ace prima con Holt poi con il neo acquisto Lanza, ma i dolomitici non vogliono essere da meno ed è Lucarelli a segnare il 9-9 con un servizio vincente su Brunetti. Il muro dell’Itas Trentino inizia a fare la voce grossa bloccando prima Dzavoronok e poi Lanza (12-14), complici le alzate scontate di Orduna partite da ricezioni non precise, causate dalle battute ficcanti avversarie. Monza di nuovo avanti (16-15), prima proprio con l’argentino dalla linea dei 9 metri, poi con un monster block di Dzavoronok su Lisiniac che costringe Lorenzetti a chiedere il time out (18-16) che però non ottiene l’effetto sperato con i monzesi che, con Lanza al servizio (autore di due ace), mettono la quarta e volano sul 22-16 per poi chiudere 25-20 con un errore al servizio di Nimir Abdel Aziz.
    Inizio di secondo set con un Itas Trentino diversa dal parziale precedente per intensità di gioco, grinta e talento e che ritrova un Giannelli ispirato in ogni giocata (4-6), al contrario di Orduna che si affida soprattutto al suo opposto, unico ad andare a segno per la metà campo brianzola e con Lanza murato in pipe e tre errori consecutivi di Dzavoronok i ragazzi di Lorenzetti si ritrovano, infatti, sul 9-15. Il muro dolomitico è quasi insuperabile, tocca tutto e porta punti importanti come il 15-20 firmato da Podrascanin su Holt. Il vantaggio degli ospiti si riduce (20-23) grazie ad un primo tempo di Galassi (20-23) ma, con un errore al servizio dello stesso centrale seguito da uno di Orduna, regalano il secondo parziale a Trento sul punteggio di 21-25
    L’Itas torna in campo con la stessa carica con la quale l’aveva lasciato, e con un turno perfetto al servizio di Abdel Aziz (autore di tre ace) la squadra ospite raggiunge il 2-6. Svantaggio parzialmente recuperato con un ritrovato Dzavoronok che prende i suoi per mano e li porta fino al 9-12; è lo stesso ceco che però subisce ace dal solito Nimir che riporta i dolomitici sul +5 (9-14).Il punteggio di 10-17, che non ammette repliche, costringe l’allenatore di Monza a far entrare in campo Sedalacek che viene preferito ad un Lanza non particolarmente brillante in questo parziale(negli altri due 8 punti all’attivo per la banda veronese). Giannelli giostra i suoi centrali a suo piacimento e loro rispondono sempre presenti con la squadra ospite che si porta sull’ 11-19. Ed è proprio Podrascanin a regalare il primo set point ai suoi concretizzato poi da un ace di Abdel Aziz che chiude il set 19-25.
    Nel quarto parziale la Vero Volley punta su Beretta e Sedlacek e scende sul taraflex consapevole che questo non deve essere l’ultimo set se vuole portare a casa dei punti e con Holt in prima linea e poi al servizio, trova anche il vantaggio per 5-3 che costringe Lorenzetti a sospendere immediatamente il gioco. Lagumdzija si ricorda di essere la bocca di fuoco dei suoi e inizia a scrivere una prestazione superlativa, da qualunque parte del campo si trovi e Monza vola sul 18-12 anche sulle ali delle entusiasmo e complici errori degli ospiti. Brunetti è presente ovunque, monologo rossoblu che è sinonimo di monologo Lagumdzija con una pararellela da seconda linea imprendibile anche per Rossini ( 22-14) ed è Dzavoronok a portare la pratica al quinto set sul punteggio di 25-16.
    Trento capisce che se vuole conquistare i due punti non deve lasciare spazio ai padroni di casa e parte forte affidandosi al suo bomber Nimir (0-2), dall’altre parte del campo lo imita Sedlacek da posto quattro. Con una giocata che fa alzare in piedi tutti i presenti all’Arena di Monza, e chiusa sempre dal numero 7, i monzesi sorpassano per 4-3, e si continua una pallavolo stellare da entrambi le parti ma è l’Itas, con delle giocate di fino, ad arrivare al cambio campo sul 6-8. Altra parte del taraflex che porta bene ai ragazzi cari alla Presidente Marzari che prima con Dzavoronok e poi con Galassi fanno segnare sul tabellone luminoso il 10-9. Lorenzetti  interrompe il gioco dopo un muro di Lagumdzija su Kooy ma il vantaggio sorride sempre ai padroni di casa, con un Sedlacek che, entrato in partita in corso cambia l’inerzia del match, non fa rimpiangere assolutamente Lanza ed autore del 13-11 e chiude il match per 15-13.
    Vero Volley Monza – Itas Trentino 3-2 (25-21, 21-25, 19-25, 25-16, 15-13)Vero Volley Monza: Orduna 2, Lanza 9, Holt 11, Lagumdzija 23, Dzavoronok 17, Galassi 4, Federici (L), Sedlacek 10, Brunetti (L), Beretta 2. N.E. Calligaro, Ramirez Pita, Falgari. All. EccheliItas Trentino: Giannelli 3, Santos De Souza 10, Lisinac 4, Abdel-Aziz 32, Kooy 12, Podrascanin 8, Sperotto 0, Rossini (L), De Angelis 0, Cortesia 0, Sosa Sierra 0, Argenta 0. N.E. All. Lorenzetti
    Arbitri: Braico Marco, Zavater Marco
    Durata: 28′, 28′, 29′, 25’, 21′. Tot. 2h11′
    NOTE
    Vero Volley Monza: battute vincenti 8, battute sbagliate 21, muri 7, errori 29, attacco 60%Itas Trentino: battute vincenti 7, battute sbagliate 21, muri 8, errori 26, attacco 56%
    Impianto: Arena di Monza
    MVP: Marko Sedlacek (Vero Volley Monza)
    Spettatori: 192 LEGGI TUTTO

  • in

    A2 F.: 7. giornata, risultati, classifica e prossimo turno. Girone Est e Ovest

    MODENA – 7. giornata, risultati, classifica e prossimo turno di A2 femminile Girone Est e Girone Ovest.

    Girone EstRISULTATICda Talmassons-Volley Soverato 3-0 (25-21, 25-14, 25-21)Olimpia Teodora Ravenna-Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 3-1 (25-19, 23-25, 25-23, 25-23)Megabox Vallefoglia-Omag S.Giov. In Marignano 3-1 (25-20, 25-22, 22-25, 25-20)Cuore Di Mamma Cutrofiano-Cbf Balducci Hr Macerata 3-1 (25-19, 25-20, 26-28, 25-20)RIPOSA: ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO

    CLASSIFICA – Cuore Di Mamma Cutrofiano 16; Megabox Vallefoglia 14; Olimpia Teodora Ravenna 12; Volley Soverato 11; Omag S.Giov. In Marignano 10; Cda Talmassons 9; Cbf Balducci Hr Macerata 6; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 3; Itas Citta’ Fiera Martignacco 3;

    PROSSIMO TURNO – 1-11-2020 Ore 17.00Itas Citta’ Fiera Martignacco – Cda TalmassonsOmag S.Giov. In Marignano – Olimpia Teodora RavennaMegabox Vallefoglia – Cbf Balducci Hr MacerataVolley Soverato – Cuore Di Mamma CutrofianoRIPOSA: SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO

    Girone OvestRISULTATIGreen Warriors Sassuolo-Lpm Bam Mondovi’ 1-3 (21-25, 16-25, 25-23, 21-25)Rinviate per positività Covid19Sigel Marsala-Eurospin Ford Sara PineroloBarricalla Cus Torino-Club Italia CraiFutura Volley Giovani Busto Arsizio-Geovillage Hermaea OlbiaAcqua & Sapone Roma Volley Club – Exacer Montale
    PROSSIMO TURNO – 1-11-2020 Ore 17.00Eurospin Ford Sara Pinerolo – Barricalla Cus TorinoLpm Bam Mondovi’ – Futura Volley Giovani Busto Arsizio (31-10-2020 18:00)Club Italia Crai – Sigel MarsalaGreen Warriors Sassuolo – Exacer MontaleGeovillage Hermaea Olbia – Acqua & Sapone Roma Volley Club

    CLASSIFICA – Acqua & Sapone Roma Volley Club 15; Lpm Bam Mondovi’ 13; Green Warriors Sassuolo 11; Sigel Marsala 10; Eurospin Ford Sara Pinerolo 10; Geovillage Hermaea Olbia 8; Barricalla Cus Torino 6; Futura Volley Giovani Busto Arsizio 6; Club Italia Crai 4; Exacer Montale 1. LEGGI TUTTO

  • in

    A1 F.: I tabellini della 7. giornata. Stysiak (Scandicci) ne fa 33

    MODENA – I tabellini della 7. giornata di A1 femminile. Due rinvii per positività al Covid19 di atlete di Firenze e Cuneo. IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – SAUGELLA MONZA 3-0 (25-16 25-23 25-14) IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Fahr 7, Egonu 17, Adams 6, De Kruijf 11, Wolosz 2, Sylla 7, De Gennaro (L), Hill, Caravello, Butigan, Gennari, […]
    L’articolo A1 F.: I tabellini della 7. giornata. Stysiak (Scandicci) ne fa 33 proviene da Volleyball.it. LEGGI TUTTO

  • in

    Trasferta amara per Milano: Civitanova vince 3-0

    L’Allianz Powervolley cade in casa dei marchigiani che si impongono in 3 set IN SINTESI: Secondo stop in campionato per l’Allianz Powervolley Milano che si arrende per 3-0 (25-20, 26-24,25-22) di fronte ai padroni di casa di Civitanova. Il match clou della settima giornata se lo aggiudica così la Lube, che stacca di ulteriori tre lunghezze […] LEGGI TUTTO

  • in

    Che spettacolo questa Gis Ottaviano! Al PalaVeliero Aurispa Libellula Lecce sconfitta 3-0

    Gis Pallavolo Ottaviano- Aurispa Libellula Lecce (25-21;25-23; 25-23) Vittoria super per la Gis Pallavolo Ottaviano che batte 3-0 l’Aurispa Libellula Lecce e vola in classifica a 4 punti. Ottima prova di tutto il collettivo Gis che si è superato contro un avversario non semplice. Inizio forte della Gis che vola 5-2 con l’ace di Hanzic. […] LEGGI TUTTO