More stories

  • in

    A3: Fano si affida ancora all’esperienza di Cesarini

    Cesarini, libero di Fano

    FANO – Altra conferma eccellente in casa Virtus: Andrea Cesarini, ministro della difesa dei virtussini nella stagione passata, sposa ancora la causa fanese e dirigerà di nuovo per un anno la seconda linea.

    “Non ho avuto alcun dubbio – ammette il “Cesa” – ho voglia di dare ancora tanto a Fano e lo farò divertendomi. Mai come quest’anno ci sarà la possibilità di giocare in tranquillità, semplicemente per il fatto che non vi saranno pressioni… anzi se saremo bravi potremo puntare anche ai primi posti in modo tale da entrare nei play off. Non dobbiamo certo montarci la testa ma essere consapevoli che tutto passerà attraverso il lavoro in palestra”.

    Il libero della Virtus ci tiene a sottolineare: “Mentre l’anno scorso c’era un po’ di tensione legata anche alla formula del campionato ed il nostro girone era anche di buon livello oltre che difficile, il prossimo campionato sarà totalmente diverso, come diversa sarà la squadra ed il lavoro da svolgere. Se i nostri ragazzi giocheranno con la mente libera, sono sicuro ci saranno delle sorprese”.

    Sul nuovo staff tecnico Cesarini appare molto sereno: “Con Robi Pascucci – afferma il “Cesa” – avevamo iniziato un lavoro importante, poi tutto si è fermato. Tutti conoscono Simone Roscini, tra gli assistant coach più bravi e conosciuti in Italia. Insomma i giovani della Virtus sono in buonissime mani ed il sottoscritto si impegnerà al massimo per dare il contributo alla causa”.

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteGrecia: Olympiacos prima finalista. 3-0 al Foinikas in gara 3

    Articolo successivoCantù: Picchio è il secondo libero LEGGI TUTTO

  • in

    Grecia: Olympiacos prima finalista. 3-0 al Foinikas in gara 3

    Semifinale: Gara 2 (2 luglio)4° vs. 1°: Olympiacos – Foinikas Syros 3-0 (25-21, 25-14, 25-22) Serie: 2-1Olympiacos: Tervaportti 4 (3/4 att., 1 muro), Koumentakis 12 (10/19 att., 1 ace, 1 muro, 54% ric. pos. – 54% ric. prf.), Voulkidis 7 (4/6 att., 2 muri, 1 ace), Finger 16 (16/23 att.), Husaj 12 (10/18 att., 2 ace, 43% ric. pos. – 22% ric. prf.), Petreas 9 (3/3 att., 3 muri, 3 ace), Kokkinakis (L, 60% ric. pos. – 30% ric. prf.); Rizopoulos, Gergye. Non entrati: Stivachtis, Andreadis, Aspiotis, Papalexiou, Tziavras (L). All: Fernando Munoz Benitez.Foinikas Syros: Buculjevic 3 (2 muri, 1 ace), Z. Stern 9 (7/19 att., 2 muri, 78% ric. pos. – 44% ric. prf.), Christofas 8 (5/10 att., 3 muri), Μilis 9 (9/17 att.), Kostopoulos 5 (5/20 att., 40% ric. pos. – 28% ric. prf.), Kanellos 7 (6/11 att., 1 muri), Karassavidis (L ric, 44% ric. pos. – 33% ric. prf.), Veloudis (L dif.); Linardos 1 (1/1 in att.). Non entrati: Adam, Kavouras. All: Ioannis Orfanos.

    ATENE – Dopo la clamorosa sconfitta di gara 1 l’Olympiacos completa la rimonta e vincendo 3-0 gara 3 è come da pronostico la prima finalista del campionato. Il rimaneggiato Foinikas saluta senza troppi demeriti dopo aver svelato il motivo dell’assenza di Stoilovic: il serbo è dovuto rimanere sull’isola di Siro in quarantena perché la fidanzata era risultata positiva al coronavirus.

    PIU’ E MENO – Dopo la disastrosa gara 1 il ceco Finger pare aver ingranato (70% di vinc e 53% di eff. in att.) ed è il top scorer del match. L’Olympiacos domina in attacco (62% a 42%) e in battuta: 7 ace e 8 errori contro 1 ace e 11 errori.

    LA CRONACA1° set: Il Foinikas regala subito un break con un’invasione: 2-0. Il contrattacco di Finger vale il 5-2. Il Foinikas torna sotto con un muro su Husaj: 5-4. Kanellos pareggia e sorpassa con contrattacco e muro: 7-7 e 7-8. Petreas lo mura e l’Olympiacos torna avanti: 9-8. I biancorossi allungano con un muro a tre su Kostopoulos (11-9) ed un ace di Petreas: 12-9. Milis piazza un buon pallonetto in rigiocata: 12-11. Christofas (13-13) ed un fallo di Husaj (13-14) ribaltano il punteggio. Nuovo sorpasso col muro di Voulkidis su Christofas: 15-14. Set lottatissimo: Kanellos punisce un errore in ricezione ed il Foinikas torna avanti: 17-18. Finger sfonda il muro in contrattacco: 19-18. Nel momento topico invece il pari ruolo Milis manda out due volte: 21-19 e 23-20. Al primo set point l’Olympiacos chiude con un ace di Koumentakis: 25-21.

    2° set: Subito tre break per l’Olympiacos sul buon turno di battuta di Petreas: contrattacco di Koumentakis, muro su Kostopoulos e contrattacco di Tervaportti (3-0). Sulla P1 Koumentakis incassa una murata: 4-3. Petreas riporta i suoi a +3: 7-4. Stern subisce la murata del 9-5, Finger firma il 10-5 in contrattacco. Buculjevic accorcia le distanze con un ace (10-7), ma anche Husaj va a segno dai 9 metri e per 2 volte: 12-7 e 14-7. Nel mezzo un contrattacco di Petreas (13-7). Husaj vive il suo miglior momento della serie e realizza anche il 15-7 in pipe. Il set è ormai in cassaforte per l’Olympiacos che dilaga sino al 20-9 e chiude 25-14 col servizio in rete di Buculjevic.
    3° set: Il primo break point porta la firma di Finger: 4-2. Husaj fa il secondo da posto 6: 7-4. L’Olympiacos va a segno ancora in contrattacco, di nuovo con Finger: 9-5. Dopo una lunga sequela di “cambipalla” è ancora Finger ad ottenere un break point: 17-12. L’ace di Voulkidis vale il nuovo massimo vantaggio: 19-13. Il Foinikas rosicchia tre break point con un muro su Koumentakis (20-16), un fallo in palleggio di Tervaportti (20-17) ed un muro su Finger (20-18). L’attacco in rete di Kostopoulos (22-18) spegne però le ultime chance di rimonta e l’Olympiacos chiude 25-22 al secondo match point con Finger.

    Il programma delle semifinali (orari italiani, diretta tv su ERT Sports)Gara 35 luglio (ore 18.00): 2° vs. 3°: PAOK – Panathinaikos (serie: 1-1) LEGGI TUTTO

  • in

    Roma 7 conferma la coppia Scotti-Chifani alla guida della serie C femminile

    Di Redazione
    Per la stagione 2020/2021 la Roma 7 affida nuovamente la serie C femminile nelle sapienti mani di Andrea Scotti e Alessandro Chifani. Un duo solido e con una grande progettualità che ha dimostrato nel corso degli anni grande compattezza e qualità.
    Entrambi sono frutto del vivaio romasettino. Andrea Scotti cominciò a fare minivolley nel lontano 1991 proprio nella nostra associazione, giocando per i successivi 18 anni nelle nostre fila, militando 4 anni nella nostra B2 da capitano e titolare. Alessandro Chifani si inserì nei nostri gruppi giovanili nel 2005. Dopo la conclusione della carriera da giocatori si misero subito all’opera come allenatori.
    Quest’anno iniziano la settima stagione da tecnici, la quinta consecutiva. Alle spalle un palmares molto ricco con tante promozioni da giocatori e da allenatori con la vittoria del campionato di serie C due anni fa.
    Parola al primo allenatore Andrea Scotti: “La squadra è stata formata con un progetto biennale. L’idea è di lavorare per almeno 2 anni con lo stesso gruppo, che possa ottenere risultati importanti e togliersi soddisfazioni.Lo Società Roma 7 cercherà di mettere il gruppo nelle migliori condizioni per vincere. Lo Staff è quello di sempre, la continuità credo sia un punto forte a nostro favore. Le idee all’interno del gruppo sono chiare e ho visto nelle ragazze la convinzione di fare molto bene insieme.”
    Alessandro Chifani, secondo allenatore, preparatore fisico e scoutman: “Negli ultimi anni mi sono specializzato molto nell’ambito della preparazione fisica. Devo dire che è stato molto utile sia in quarantena che adesso nel momento della ripresa per tenere il gruppo allenato. Tutto il lavoro fatto precedentemente è stato fondamentale per riprendere senza infortuni. Le mie prospettive per il prossimo anno sono molto buone, ci sarà da divertirsi. Il gruppo è coeso e allineato sugli obiettivi. Aspetto solo di capire quando inizierà il campionato per stilare correttamente la preparazione fisica. Non vedo l’ora di ricominciare.”
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Parte il Trentino Volley Camp: ottanta giovanissimi si allenano e giocano

    Foto: Trentino Volley – Marco Trabalza

    Di Redazione
    Conto alla rovescia terminato per l’edizione 2020, la tredicesima di sempre, del Trentino Volley BIG Camp. Domenica 5 luglio, sul Monte Bondone di Trento, prenderà il via infatti il primo dei cinque turni settimanali estivi programmati per il tradizionale camp estivo del Club gialloblù. Nonostante le naturali difficoltà con cui ha dovuto fare i conti a causa dell’Emergenza Coronavirus, la Società di via Trener ha deciso di dare un importante segnale per la ripartenza anche in ambito giovanile, organizzando comunque trentacinque giorni di attività.
    Il camp estivo gialloblù, dedicato ai ragazzi e le ragazze che hanno un’età compresa fra i 10 e i 17 anni e che vogliono trascorrere le proprie vacanze immersi nella natura, verrà svolto attenendosi rigorosamente al protocollo di regolamentazione dell’attività appositamente realizzato in base alle norme per il contenimento della diffusione del virus Covid-19.
    Una ottantina i giovani pallavolisti partecipanti al primo turno; un numero che resterà simile anche nelle successive settimane, tenendo conto che le iscrizioni complessive per l’edizione 2020 hanno superato quota quattrocentotrenta. L’arrivo dei ragazzi presso lo Chalet Caminetto e l’Hotel Montana, gli alberghi che ospiteranno i partecipanti al camp e che fungeranno da quartier generale del progetto, è previsto nel primo pomeriggio di domenica; le strutture che dal giorno successivo diventeranno il centro dell’attività del BIG Camp saranno i campi da gioco di beach volley, quelli di green e quelli regolamentari 9×9 realizzati subito vicino all’Hotel Montana.
    I cinque giorni di attività di ogni turno saranno caratterizzati dal gioco della pallavolo sia al mattino sia al pomeriggio, ma anche da momenti di svago e di confronto con il BIG Ospite settimanale (un campione di SuperLega) e da una gita per poter ammirare la rigogliosa natura che caratterizza il Monte Bondone in questo periodo dell’anno.Nell’apposita sezione del sito internet di Trentino Volley, raggiungibile all’indirizzo www.trentinovolley.it/bigcamp, sono disponibili tutte le informazioni sull’attività.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    L’Ermgroup San Giustino rinnova il contratto di Giulio Cesaroni

    Foto: Pallavolo San Giustino

    Di Redazione
    Sentiremo ancora parlare di Giulio Cesaroni quest’anno. Il centrale di Ermgroup San Giustino rinnova il suo impegno per la prossima stagione. L’infortunio subito ad inizio campionato non ha di certo arrestato la sua grinta, dimostrando di reagire e rimettersi in gioco. Prontissimo per la prossima stagione ha così dichiarato:” Felicissimo di restare in una realtà come San Giustino. La passata stagione non è stata semplice per me dal punto di vista fisico e ringrazio la società per la fiducia nuovamente riposta nei miei confronti. Ci attenderà, a mio avviso, una stagione con delle incognite ma questo gruppo e questo ambiente sono delle certezze”.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    L’opposto Giacomo Bellei torna a Reggio Emilia: “Bisogna ripartire da qui”

    Foto: Tricolore Reggio Emilia

    Di Redazione
    Quello del nuovo opposto della Conad Reggio è un volto conosciuto: Giacomo Bellei, dopo un anno alla Invent San Donà di Piave, torna in A2 e blinda la zona due del roster Tricolore. Dai suoi 202 centimetri d’altezza, lo schiacciatore ha lasciato il segno al PalaBigi durante la stagione 2018-19, chiudendo quest’ultima annata in A3 con 328 attacchi vincenti. Ora ritroverà sul campo del Bigi coach Mastrangelo al comando e i suoi ex-compagni Ippolito, Sesto e Morgese. 
    «Il Covid-19 ha rivoluzionato tutto e cambiato le carte in tavola – premette Bellei – mi sono trovato molto bene a San Donà e colgo l’occasione per ringraziare tutto l’ambiente della Invent Volley, ma quando si è presentata l’opportunità con Volley Tricolore sono stato più che contento di tornare. Tra coach Mastrangelo, la società, il rapporto coi giocatori e la voglia di ritrovare la tifoseria del Bigi, mi piace l’idea di riprendere da dove avevamo finito. Visto che bisogna ripartire, insomma, è anche giusto farlo da Reggio». 
    Dalle giovanili prima a Modena e poi a Macerata, è con la Lube che l’atleta consacra il suo esordio in Superlega nel 2006-07. Da lì, salvo una parentesi in B1 a Chieti nel 2009-10, Bellei ha continuato a macinare punti (più di 2800 totali in carriera è il bilancio attuale, di cui 2051 in attacco) in serie A. Dopo sei stagioni in Superlega dal 2010 al 2016, giocando a Forlì, a Modena, poi un anno a Ravenna e tre alla Calzedonia Verona, l’atleta è passato in A2 con Castellana Grotte, spostandosi a Brescia nel 2017-18 e, infine, a Reggio due anni fa. 
    «Il mio intento è quello di riuscire a mettere in campo tutto quello che posso, tutto il potenziale che il coach e la società hanno conosciuto anche nella stagione già passata insieme – ha detto Bellei – penso sia fondamentale ritrovare sensazioni positive e una solidità nel contesto reggiano». 
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Chiara Tonini è il nuovo opposto della Conad Alsenese

    Foto: Pallavolo San Giorgio

    Di Redazione
    A lei toccheranno (anche) i palloni che scottano, con una  buona fetta di responsabilità del reparto laterale d’attacco della squadra. Un ruolo a cui ogni opposto è abituato e lo stesso vale per Chiara Tonini, nuovo braccio pesante della Conad Alsenese, formazione piacentina che militerà per il secondo anno in B1 femminile.
    Nata il 5 ottobre  1998 a Pavullo nel Frignano (Modena), la Tonini (alta un metro e 80 centimetri) si sposta solamente di qualche chilometro, avendo disputato la scorsa stagione in un’altra formazione piacentina, il Nure Volley di B2. Una provincia, quella di Piacenza, dove Chiara ha già giocato anche in precedenza vestendo per un biennio la maglia di Fiorenzuola in B2, categoria assaggiata anche alla San Michelese dopo la maturazione nel prestigioso vivaio dell’Anderlini Modena.
    “Quando il nostro presidente Stiliano Faroldi – spiega il direttore sportivo della Conad Alsenese, Luca Baldrighi –  mi ha informato della possibilità effettiva di sondare questo profilo, ho iniziato l’indagine esplorativa con Chiara in mezzo a diverse opportunità che stavamo valutando e anche la stessa giocatrice aveva al contempo diverse offerte. Devo essere molto onesto: inizialmente avevo qualche punto interrogativo in merito alla  scelta, non certo per la qualità della giocatrice (opposto-ricevitore, in caso di bisogno banda con buon braccio, diversità di colpi e buona fisicità), quanto soprattutto per la giovane età e per la mia visione di alcuni ruoli che ritengo chiave. A un certo punto il binomio sembrava non andare in porto, ma ciò che ha permesso l’accordo è stato il suo grande senso di convinzione nell’accettare le responsabilità di un ruolo di fondamentale importanza”.
    “La chiamata della Conad – afferma Chiara Tonini – l’ho vista come una bella opportunità e un buon trampolino di crescita; giocare in una categoria superiore può essere utile sia a livello personale sia per conoscere una pallavolo diversa. Ritengo Alseno una bella piazza per farsi conoscere e migliorare. Il salto dalla B2 alla B1? Cambia il livello di gioco e anche la mentalità, visto che ci si avvicina al professionismo”. Quindi aggiunge. “In questi anni ho giocato da opposta con la possibilità di ricevere, ma posso giocare anche in banda; all’Anderlini sono cresciuta inizialmente come centrale. Di solito lascio scegliere l’allenatore sul mio impiego”. Infine conclude. “Ad Alseno ritrovo Eleonora Fava con cui ho giocato lo sorso anno al Nure Volley e Serena Tosi, mia compagna di squadra a Fiorenzuola: mi fa piacere riaverle nel mio gruppo e mi aiuterà ulteriormente a inserirmi nel nuovo ambiente”. Oltre agli impegni pallavolistici, in agenda Chiara farà i conti tra gli studi universitari in Psicologia e il lavoro.
    IL PUNTO SULLA NUOVA CONAD ALSENESE – L’opposta Chiara Tonini è l’ottavo tassello del mosaico gialloblù affidato ai tecnici Alessandro Della Balda e Giacomo Rigoni (vice).Si tratta della terza giocatrice del reparto laterale (insieme alla confermata Serena Tosi e al nuovo arrivo in posto quattro di Sara Gabrielli) e il quinto volto nuovo della rosa (aggiungendosi  a Eleonora Fava, Stefania Guaschino (centrali), Giulia Malvicini – palleggiatrice-  e alla stessa Gabrielli). Oltre a Serena Tosi, tra le conferme figurano anche l’altra regista Melania Lancini e il libero Martina Pastrenge. LEGGI TUTTO

  • in

    Ancora una conferma nel Volley Roma Club: è il centrale Matteo Consalvo

    Di Redazione
    Arriva un’altra, gradita conferma al centro. Giocherà anche nella prossima stagione con la Roma Volley Club maschile Matteo Consalvo, centrale di 200 cm, classe ‘93, romano doc.
    Consalvo ha iniziato a muovere i primi passi proprio nella Capitale con la Giro Volley, dove ha giocato per quattro stagioni, poi M.Roma, Roma 7 in serie B, in seguito le esperienze a Civita Castellana in A2, e poi ancora a Sabaudia in serie B, con cui ha ottenuto la promozione.
    Queste le sue parole: “Sono molto contento della riconferma, vuol dire che dalla dirigenza e dallo staff è stata recepita la mia volontà e la mia passione per lo sport e la pallavolo. Per me è molto importante il discorso del gruppo, attraverso il quale dipendono gran parte dei risultati, e devo dire che già lo scorso anno è stato il valore aggiunto. È stata costruita una buona squadra con la base dello scorso anno più qualche innesto importante, sarà un gruppo capace di unirsi e remare dalla stessa parte perché siamo tutti nati e cresciuti nello stesso ambiente. Sono altresì contento di aver ritrovato alcuni ragazzi, sono invece curioso di conoscere i nuovi. Per quanto riguarda il livello del campionato penso sarà lo stesso dello scorso anno, sarà una battaglia perché saranno tante squadre a voler competere per il vertice, tra cui noi. Il mio obiettivo è crescere e imparare ancora, ho voglia di tornare in campo al più presto perché sono rimasto con l’amaro in bocca per quanto successo a causa del Covid-19”.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO