in

Aston Martin nel mirino di Geely

Possiede già VolvoLotus, la fabbrica dei classici taxi londinesi ed è azionista di peso di Daimler (9,69%) e del 50% di smart: ma l’espansione europea di Geely non accenna a fermarsi. Perché il colosso asiatico vuole anche Aston Martin.

Il  afferma che Geely ha già discusso con la dirigenza e i principali azionisti di Aston Martin. Disposto a mettere soldi per sistemare la situazione economica non rosea dell’azienda inglese. Sarebbe già in atto la due diligence,la verifica dei dati del bilancio.

Un intervento diretto: non è ancora definito se Geely ha intenzione di acquistare una quota del Marchio o di sfruttare una sinergia della tecnologia. Aston Martin adotta motori Mercedes: la strada sarebbe spianata.

Aston Martin tra difficoltà economiche e impegni futuri

Gli inglesi sono in crisi dichiarata, per loro stessa ufficiale ammissione, a causa di “vendite più basse, costi più alti e margini ridotti”.

Dovendo anche affrontare l’impegno dello sviluppo e della produzione del nuovo SUV DBX. C’è bisogno urgente di forze freschi, anche perché le azioni in borsa sono calate dell’80%. E solo dopo l’annuncio dell’interessamento di Geely hanno preso un incoraggiante 15%: non un caso.

Non c’è solo Geely.  Tra i potenziali nuovi azionisti è stato indicato Lawrence Stroll, il magnate canadese miliardario padre di Lance, il pilota di F1.

E’ stato accreditato di un potenziale investimento da 200 milioni di sterline(oltre 230 milioni di euro) in cambio del 19,9% del capitale. Il futuro pare meno nero, il fascino e il potenziale di Aston Martin non mancano di estimatori.


Fonte: http://www.tuttosport.com/rss/motori

Toyota GR86, per la coupé il turbo e un nuovo nome

Honda, il prezzo ufficiale della nuova CBR 1000 RR-R