in

Olbia, dopo la prima vittoria ottenuta domenica scorsa a spese di Montale, Barazza e compagne cercano conferme in Friuli

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport

Di

L’Hermaea si è finalmente sbloccata, e ora non vuole fermarsi. Nel settimo turno del campionato di A2 la squadra allenata da Emiliano Giandomenico sarà ospite del Cda Talmassons, formazione neopromossa che attualmente precede le galluresi di due lunghezze in classifica.

L’obiettivo, ovviamente, è quello di dar seguito di conquistare altri punti utili ad abbandonare l’ultima piazza della graduatoria.

In Friuli le biancoblù cercheranno di fornire una prestazione sulla falsariga di quella che è valsa tre punti domenica scorsa contro Montale. Rispetto alle prove, già buone, offerte contro Sassuolo e Pinerolo, nell’ultimo turno l’Hermaea ha mostrato quella durezza mentale necessaria per superare gli inevitabili momenti di difficoltà che si sono presentati durante la gara.

Uno step tanto atteso, per una squadra che potrebbe aver iniziato un cammino tutto nuovo. – afferma il presidente Gianni Sarti

Nell’ultimo turno la squadra allenata da Ettore Guidetti si è imposta nettamente in casa di Sassuolo, conquistando così la seconda vittoria stagionale. La prima era stata invece ottenuta il 20 ottobre, in casa, proprio contro Montale. Nel roster di Talmassons spiccano i nomi della schiacciatrice Irene Gomiero (due stagioni fa a Montecchio) e della talentuosa 20enne Jessica Joly, decisiva a Sassuolo con 15 punti.

Terminati gli impegni ravvicinati, in settimana l’Hermaea ha potuto lavorare con maggior serenità per assimilare al meglio i dettami del nuovo tecnico: “ – aggiunge il patron –

Ora però è necessario trovare continuità di risultati: “ prosegue –

Fischio d’inizio domenica 10 novembre alle 17 alla Palestra Comunale di Talmassons (UD). Gli arbitri designati sono Marco Laghi ed Emilio Sabia.


Fonte: http://www.volleynews.it/feed/

Bolzano in trasferta domani contro la GoldenPlast Civitanova

Michela Rucli presenta la trasferta dell’Itas Città Fiera a Sassuolo: “Sappiamo di potere fare buone cose”