in

La Peimar Calci si impone sulla Materdomini nel recupero della 5^ giornata di serie A2 Credem Banca

Ufficio Comunicazione Peimar Volley

Di

La Peimar Calci conquista tre punti fondamentali per l’aggancio alla vetta, in coabitazione con Ortona e Brescia.

Sesta vittorie in sette gare per i ragazzi di coach Gulinelli, schierati in formazione – tipo (Coscione-Argenta, Lecat – Fedrizzi, Mosca – Barone, Tosi), con Nicotra recuperato in panchina dopo due match fuori lista per infortunio.

Materdomini risponde con l’esperto Valera in regia, Panciocco opposto, Gargiulo-Patriarca in posto 3, Rosso e Fiore di lato, Battista libero. Gara a tratti dominata dalla formazione locale, più incisiva al servizio, incontenibile dai lati con Fedrizzi top scorer (25 pt) e Argenta subito dietro (18 pt), a tratti invece equilibrata, di pari passo con la maggiore o minore incisività e regolarità del servizio targato Peimar.

Nei momenti topici il team di Gulinelli ha fatto valere una maggiore qualità, chiudendo con merito; secondo successo pieno di fila, in attesa del nuovo match interno al Pala Parenti, previsto per sabato7 dicembre, in anticipo, contro la Conad Reggio Emilia.

Nel primo set, la Peimar scende in campo con la giusta concentrazione, aggredendo subito la formazione avversaria, in difficoltà con la ricezione e nel mettere palla a terra. L’allungo decisivo è a metà parziale (16-9), i time-out di Castellano non scuotono Materdomini e la partita scorre via nel segno di Calci: 21-11, chiusura 25-15.

Apparentemente tutto facile, per la squadra di casa, ma come prassi si assiste ad una convinta reazione ospite, con il sestetto pugliese più propositivo e organizzato, sempre avanti nel punteggio, almeno fino al break, pesantissimo, realizzato dai padroni di casa (da 14-16 a 21-17). Peimar “vede” la vittoria anche nella seconda frazione e accellera, sostenuta come sempre dalla propria batteria di attaccanti e dalla lucida gestione di Coscione.

Il terzo set è molto simile al precedente, con la differenza che questa volta Calci non trova il break decisivo, e Materdomini rimane lì (21-20). Gli ospiti vivono il loro miglior momento, capitalizzando ogni attacco, tra mani-fuori e gioco in veloce. Si arriva ai vantaggi, sul 24-25 Peimar non mette palla a terra, il sestetto ospite ricostruisce con intelligenza: 24-26, partita riaperta.

Con grande maturità, la squadra di coach Gulinelli rientra in campo per il terzo set come nulla fosse, e si fa subito sentire dai nove metri. Sul 9-6 un potente attacco di Argenta “infortuna” il centrale ospite Gargiulo, costretto ad uscire nonostante le cure mediche.

Gli subentra Paradiso, classe 2001, prodotto del vivaio pugliese. L’inconveniente, e la pressione locale, mandano in confusione Materdomini, che non riesce più a giocare con ordine e subisce i micidiali contrattacchi veloci degli avversari: Coscione e Barone si trovano alla grande ed è lo stesso centrale a mettere giù il 12-7 con cui la Peimar allunga in modo deciso. Sul 14-8 entra Razzetto per Mosca, e prende il muro del 17-9 sul quale Castellano spende il secondo time-out. La formazione ospite le prova tutte, dentro anche Cazzaniga per il palleggio, poi si completa il doppio cambio, ma ormai Calci è lanciata, e chiude 25-14 su un errore in attacco di Panciocco.

PEIMAR CALCI PI – MATERDOMINI.IT CASTELLANA 3-1 (25-15, 25-22, 24-26, 25-13)

PEIMAR CALCI PI: Lecat 10, Coscione, Argenta 18, Ciulli, Razzetto, Barone 16, Mosca 1, Fedrizzi 25, Tosi (L) n.e. De Muro (L), Zanettin, Sideri, Nicotra. All. Gulinelli

MATERDOMINI.IT: Fiore 13, Manginelli, Gargiulo 7, Valera 4, Panciocco 11, Patriarca 9, Rosso 13, El Moudden, Cazzaniga, Battista, Paradiso n.e. Floris. All. Castellano

NOTE:

Arbitri: Simone Cavicchi, Michele Marotta

Durata set: 26’, 28’, 31’, 24’ Tot. 1h 49’

PEIMAR CALCI PI: battute vincenti 10, battute sbagliate 14, muri 6

MATERDOMINI.IT: battute vincenti 5, battute sbagliate 16, muri 8

(


Fonte: http://www.volleynews.it/feed/


Tagcloud:

Il prossimo fine settimana delle squadre Vega Occhiali Rosaltiora

La VolleyUp Eulogic Acquaviva supera una squadra di categoria superiore