in

Kioene, vittoria di squadra e primi punti in trasferta

Di

La Kioene Padova ottiene il primo successo esterno stagionale grazie ad una prova di squadra di grande sostanza. Non solo Barnes (eletto MVP) è stato autore di una buona prova sia in attacco che in difesa, ma pure Hernandez e Ishikawa hanno giocato su livelli alti, con la coppia dei centrali bianconeri Polo-Volpato a dimostrare di essere in grandissima forma (20 punti in due e 71% in attacco per entrambi). Maiuscola infine la prova in ricezione di Danani (94% e 56% perfetta) e del regista Travica, che ha variato il gioco togliendo punti di riferimento agli avversari. Per Padova i primi tre punti in trasferta diventano ossigeno in vista del doppio impegno della prossima settimana con Perugia e Verona.

Con la Kioene che deve rinunciare all’ultimo a Luigi Randazzo per un attacco febbrile, coach Baldovin schiera Travica al palleggio, Hernandez opposto, Polo e Volpato al centro, Barnes e Ishikawa in banda, Danani libero. Ottimo l’avvio di gara per i veneti, con Travica a mettere a segno un doppio ace consentendo a Padova di andare al time out sull’1-5. Complice una buona posizione a muro, i bianconeri allungano 3-9. Sora fatica a riprendere in mano il gioco e, complici le buone difese dei patavini, la Kioene si porta sull’8-16. I padroni di casa iniziano a picchiare forte al servizio grazie anche a un buon Joao Rafael e sul 13-16 coach Baldovin chiama i suoi in panca. Travica si affida ai colpi di Hernandez che ripaga la fiducia (17-21). Il primo set ball arriva grazie al 20-24 con l’ace di Cottarelli, ma a chiudere ci pensa Ishikawa con la diagonale del 22-25.

Molto più equilibrato l’avvio di secondo set, con le due squadre appaiate sul 6-6. Polo continua ad attaccare molto bene (8-11) ma Sora supera sul 13-12 dopo il muro di Caneschi su Hernandez. Inizia un lungo testa a testa fino al 21-22 a firma di Volpato che costringe coach Colucci a chiamare time out. Ishikawa mette a terra il muro del 22-24 ed è sempre lui a concludere con l’attacco vincente che vale il 23-25.

Avvio in salita per Padova nel terzo set, con il muro ciociaro ad allungare (7-3), ma una fiammata di Hernandez ribalta completamente la situazione (7-8). E’ questa la chiave che consente ai patavini di trovare continuità con Barnes e anche al servizio con Travica e Ishikawa (12-18). Padova dilaga e i due punti finali di Volpato e Ishikawa chiudono il match 15-25.

Dagli spogliatoi Valerio Baldovin (coach Kioene Padova):
Ryley Barnes (Kioene Padova):


Fonte: http://www.volleynews.it/feed/

Bergamo soffre ma non molla: il tie break garantisce due punti giusti e pesanti

Serie A1, risultati, classifica e prossimo turno