in

A1 F.: Sabato caldo. Dopo la Champions tornano i play off. Novara spalle al muro

MODENA – Archiviata la settimana di Coppe Europee, culminata con la qualificazione di Imoco Volley Conegliano e Igor Gorgonzola Novara alla ‘Superfinal’ di Champions League, domani, sabato, sarà di nuovo campionato con le Gare-2 dei quarti di finale dei Play Off Scudetto, tutte in programma alle 20.30. Su Rai Sport (telecronaca di Marco Fantasia e Claudio Galli) in diretta dalla Candy Arena il match tra Saugella Team Monza e Unet E-Work Busto Arsizio, con le brianzole sotto per 0-1.

Nella stessa situazione di svantaggio e con all’orizzonte due gare in casa per ribaltare l’esito della serie si trova Novara, che attenderà al PalaIgor Il Bisonte Firenze. Potranno invece sfruttare il proprio terreno di gioco per chiudere i conti l’Imoco – che ospiterà la Bosca S.Bernardo Cuneo al PalaVerde – e la Savino Del Bene Scandicci, opposta alla èpiù Pomì Casalmaggiore. 

LE PARTITE

Sabato 13 aprile, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Saugella Team Monza – Unet E-Work Busto Arsizio 
ARBITRI: Lot-Pozzato

Nel derby lombardo, infine, è la Unet E-Work Busto Arsizio a essere in vantaggio 1-0 sulla Saugella Team Monza. Sabato, però, saranno le brianzole a giocare in casa. In una stagione in cui entrambe hanno già arricchito la propria bacheca con una Coppa Europea – la CEV Cup le farfalle, la Challenge Cup le monzesi – le biancorosse di Marco Mencarelli hanno vinto tutti e tre i confronti diretti fin qui disputati e il quarto significherebbe semifinale Scudetto. “E’ la partita più importante della stagione e la affrontiamo con positività – dichiara Marika Bianchini, opposta della Saugella -. Siamo in casa nostra, non abbiamo nulla da perdere. Abbiamo la chance di giocarci Gara 3 davanti al nostro pubblico ma prima dovremo fare nostra la seconda. Dobbiamo essere aggressive e non pensare al risultato del primo match contro con Busto Arsizio. Il muro-difesa di palla alta non ha funzionato a dovere, mentre in ricezione e al servizio abbiamo fatto un buon lavoro. In questi giorni ci siamo allenate molto bene: partire forte fin da subito sarà molto importante”. “Sabato ci aspetta un’altra battaglia – ammonisce Giulia Leonardi, libero della UYBA -: lo scontro tra quarta e quinta è sempre il più equilibrato dei play-off e anche Gara 1 lo ha dimostrato. Monza è una buonissima squadra, è stato importantissimo vincere domenica, ma ora non possiamo rilassarci: i nostri tifosi ci seguiranno in massa e vogliamo regalare loro un’altra gioia”.

Sabato 13 aprile, ore 20.30
Imoco Volley Conegliano – Bosca S.Bernardo Cuneo  
ARBITRI: Luciani-Spinnicchia

Conquistata la seconda finale di Champions League negli ultimi tre anni, l’Imoco Volley Conegliano torna al PalaVerde per ospitare la Bosca S.Bernardo Cuneo in Gara-2 dei quarti di finale. Sabato scorso le pantere non si fecero sorprendere dall’entusiasmo delle gatte cuneesi, imponendosi per 3-0 e ipotecando il passaggio del turno. Le gialloblù di Daniele Santarelli, che hanno puntellato ulteriormente il proprio roster con l’argentina Elina Rodriguez – puntano a chiudere immediatamente la serie, per non dover rischiare tutto in Gara-3 (che eventualmente si disputerebbe alla Zoppas Arena di Conegliano): “Ora che abbiamo messo al sicuro la qualificazione alla finale di Champions possiamo mettere tutte le nostre energie fisiche e mentali sui play off di campionato, che per noi è l’obiettivo più importante – ricorda Santarelli -. In gara1 ci siamo espresse molto bene e in stagione finora abbiamo sempre giocato buone partite con Cuneo, ma ciò non ci deve trarre in inganno perché la Bosca si è dimostrata una squadra capace di risultati importanti. Ci piacerebbe chiudere domani i quarti di finale per poi poter prepararci bene ai turni successivi, ma per farlo dobbiamo continuare le buone prestazioni di questo ultimo periodo, mantenendo il livello di gioco raggiunto. Sono contento della condizione della squadra, chiunque entri in campo dà sempre un ottimo contributo il morale è alto e vogliamo continuare su questo passo”.

“Vogliamo onorare fino in fondo – dichiara Andrea Pistola, coach della Bosca S.Bernardo – l’impegno di questa stagione. Dobbiamo cercare piena ‘gratificazione’ personale e professionale per la positiva crescita durante la stagione, sino all’ultima palla giocata. Possiamo ancora migliorare, consapevoli che Conegliano ci ha messo costantemente in difficoltà. Rispetto alla già buona gara di andata chiederò alle mie ragazze di giocare con più rischi in fase d’attacco, come se ogni pallone fosse quello decisivo, sin dalla prima battuta. Solo senza cali di tensione possiamo impensierire una tra le squadre più forti e complete di tutto il panorama europeo”.

Igor Gorgonzola Novara – Il Bisonte Firenze  
ARBITRI: Saltalippi-Canessa  

Sotto 0-1 contro Il Bisonte Firenze, anche l’Igor Gorgonzola Novara ha ora la possibilità di concentrare tutte le proprie forze sul Campionato. La situazione di punteggio, però, non permette alle azzurre di Massimo Barbolini di allentare la concentrazione e godersi la finale di Champions League. Al contrario lo stato di forma delle bisontine di Gianni Caprara le metterà nuovamente a dura prova dopo lo sforzo profuso contro il VakifBank Istanbul. 

“Archiviamo in fretta quella che è stata una serata storica per il nostro club e per la pallavolo novarese ma anche per il nostro movimento, che dopo quattordici anni torna ad avere una finale tutta italiana – commenta Enrico Marchioni, direttore generale della Igor Volley -. Come detto, è già alle spalle: alla finale del 18 maggio penseremo a tempo debito. Domani sera ci aspetta un’altra partita da “dentro o fuori”, dopo la sconfitta di Siena servirà una grande prestazione per superare Firenze e allungare la serie a gara tre e sono certo che, come è sempre avvenuto nei momenti importanti, la squadra saprà reagire e dimostrare il proprio valore. Gara uno è stata una parentesi negativa, che dobbiamo chiudere per guardare avanti, come è nelle potenzialità e negli obiettivi della nostra squadra”.

Intravede un traguardo storico il Club fiorentino: “Senza ombra di dubbio sarà una partita completamente diversa da gara uno – sottolinea coach Caprara -: Novara arriverà sicuramente più preparata e con più energie, ma noi ci dobbiamo preoccupare solo di continuare il nostro processo di crescita. Domani servirà ancora più pazienza e lucidità, perché sarà una partita molto tesa e nervosa come è normale che sia in un play off: sarà una prova molto importante per dimostrare ancora una volta di poter giocare al livello delle big, era il nostro sogno e dobbiamo provare a ripeterci. La nostra squadra deve giocare per divertirsi, con l’orgoglio di aver fatto un percorso di crescita enorme e con la voglia di stupire ancora, mentre dall’altra parte solamente loro conoscono il proprio umore: l’eliminazione sicuramente comporterebbe un danno enorme per la preparazione della finale di Champions, però a noi non cambia niente e ci dobbiamo preoccupare solo del nostro stato psicologico e mentale”.

Savino Del Bene Scandicci – èpiù Pomì Casalmaggiore  
ARBITRI: Braico-Cerra

Situazione ottimale quella che si presenta innanzi alla Savino Del Bene Scandicci, che in vantaggio 1-0 sulla èpiù Pomì Casalmaggiore avrà due match point a disposizione di fronte al proprio pubblico. Le casalasche di Marco Gaspari in Gara-1 hanno provato a mettere in difficoltà le fiorentine, riuscendoci solo a tratti. Non per questo le rosa alzeranno bandiera bianca prima che l’ultimo pallone sarà caduto. “Credo che Scandicci abbia giocato ima partita ai limiti della perfezione in Gara 1 – afferma Ilaria Spiritoe che sarebbe stato difficile per chiunque tenere il passo di una squadra cosi forte che gioca una pallavolo così efficace ed attenta. Ci siamo concentrate su di noi perché sono convinta che a questo punto della stagione si debbano limare le proprie imperfezioni. Sappiamo cosa possiamo migliorare rispetto a Gara 1 e abbiamo lavorato su quello. Arriviamo a Scandicci serene, convinte e consapevoli di ciò che possiamo e dobbiamo fare”.

Tra le fila delle padrone di casa c’è attesa per il possibile esordio di Tatiana Kosheleva, in arrivo dal Campionato brasiliano, che potrebbe mutare gli equilibri dell’ultima parte di stagione salvo conferme dei rumors che la vorrebbero infortunata. “Gara 1 è finita e quello che conta è che la partita decisiva sarà sabato – afferma Carlo Parisi, coach della Savino Del Bene -. Dobbiamo affrontare una gara alla volta. Paradossalmente, quella di questo week end sarà una partita più complicata di Gara 1, ma che dobbiamo affrontare con lo stesso approccio e lo stesso atteggiamento del match dello scorso sabato. La squadra in quell’occasione ha espresso una buona pallavolo ed ha tenuto bene a livello mentale. Dopo aver giocato due buoni set, abbiamo tenuto nel quarto nonostante avesse perso malamente nel terzo. La squadra in Gara 1 ha dato ottime risposte e deve farne tesoro per capire come affrontare anche Gara 2″.


Fonte: https://www.volleyball.it/


Tagcloud:

MERCATO NBA – Hawks, Kent Bazemore esercita l'opzione per la prossima stagione

ePrix Roma: Lotterer in pole