in

Davis Cup Finals, Australia-Canada 1-2: Pospisil/Shapovalov a segno nel doppio decisivo, è semifinale a Madrid!

Ennesimo risultato importante per il Canada che supera l’Australia al doppio decisivo e si qualifica per le semifinali delle Davis Cup Finals 2019 di Madrid: fondamentale, in ottica qualificazione al penultimo atto della kermesse spagnola, il successo di Vasek Pospisil e Denis Shapovalov nel doppio contro gli specialisti John Peers e Jordan Thompson. In precedenza, Pospisil aveva superato in due set Millman e Shapovalov era caduto sotto i colpi di De Minaur al terzo parziale.

TERZO SQUILLO DI POSPISIL – Dopo aver sconfitto Fabio Fognini e Reilly Opelka nella fase a gironi, Vasek Pospisil si sbarazza anche di John Millman nel primo singolare del quarto di finale andato in scena sul Campo Centrale della Caja Magica tra Australia e Canada. Il nativo di Vernon, classe ’90, conferma ulteriormente di essere in ottimo stato di forma: il successo odierno, maturato con lo store di 7-6(7) 6-4 in un’ora e 28 minuti di gioco, lo spinge a quota venti vittorie in carriera in Coppa Davis con la sua Nazionale (quinto posto assoluto, a comandare questa speciale classifica è l’ex doppista Daniel Nestor che vanta un bilancio di 48 vittorie e 28 sconfitte tra singoli e doppi). La frazione d’apertura è piuttosto equilibrata, i due giocatori si scambiano break e controbreak tra secondo e quinto gioco e poi, come conseguenza di un match ben controllato da entrambi, si giunge al tiebreak: qualche sbavatura di troppo, in battuta, per Pospisil e Millman che viene ben evidenziata dai nove minibreak che ci sono stati in sedici punti. Il trentenne di Brisbane, schierato in extremis per scelta tecnica da Lleyton Hewitt al posto di Nick Kyrgios, non sfuma due set point e capitola al cospetto dell’avversario nel primo set (9-7 Pospisil al tiebreak). Il secondo parziale riparte sulla falsariga di quello iniziale: l’equilibrio, in questo frangente, si rompe al “fotofinish” con Pospisil molto bravo a piazzare l’allungo definitivo nel decimo gioco con un break che gli “regala” il 6-4 finale.

SHAPOVALOV SI SPEGNE IN CORSA – Parte forte Denis Shapovalov, prima di questa sera reduce da due successi in quel di Madrid su altrettanti match di singolare disputati: nel Girone F, infatti, ha prima superato Matteo Berrettini al tiebreak del terzo set, poi Taylor Fritz con decisamente meno problemi. Vincitore della Junior Davis Cup nel 2015, il giovanissimo talento del tennis mondiale, nato a Tel Aviv, si ritrova di fronte ad un altro Next-Gen, il classe 1999 Alex De Minaur. Il primo set si decide, in favore del canadese, con un break ottenuto nel quarto gioco: Shapovalov rende abbastanza bene con tutti i colpi, al contrario di un De Minaur un po’ troppo falloso. Costretto in tutti i modi ad una reazione, per evitare di vanificare i sogni di semifinale dell’Australia, il ventenne di Sydney, che ha debuttato nella competizione nel 2018 perdendo i primi tre match giocati, comincia a “carburare”: Shapovalov inizia a sbagliare qualche palla di troppo e fa sempre più fatica a creare problemi al suo sfidante. Dopo essere passato avanti di un break, De Minaur arriva in totale controllo alla fase cruciale del secondo set: sul 5-3, perde il primo punto ma realizza i successivi quattro, allungando la contesa al parziale decisivo. Continuano le difficoltà per Shapovalov: cancellate cinque palle break tra il quinto e il nono gioco, il canadese entra in un tunnel senza uscita quando, sul 5-5, mette a segno due doppi falli e sbaglia in maniera incredibile due comode volée. Nel momento clou, non fallisce De Minaur che chiude per 3-6 6-3 7-5 in un’ora e 56 minuti.

POSPISIL SPINGE “SHAPO”, IL DOPPIO E’ CANADESE – Denis Shapovalov sottotono anche nel match di doppio, Vasek Pospisil ispirato come fin dal primo giorno trascorso qui a Madrid: si ritorna in campo a pochi minuti dal termine del secondo singolare, l’avvio di match è positivo per i canadesi che si portano subito sopra di un break e amministrano il vantaggio contro John Peers e Jordan Thompson, protagonisti ieri del ritiro che ha fatto discutere contro il Belgio (dopo aver vinto il primo gioco, si sono fermati lasciando dunque il 6-0 6-0 agli avversari) fino alle battute finali. Sul 5-4 40-30, da sinistra Pospisil trova un gran servizio: risposta centrale, Shapovalov chiude il set con smash comodo sopra la rete. Si riparte dopo un toilet break voluto dai canadesi, che nelle prime battute della seconda frazione sbagliano qualcosa di troppo: in particolare, è Shapovalov a trovare il maggior numero di errori e a mantenere in partita gli avversari. Nel terzo game, Peers conferma il break ottenuto in precedenza: Australia avanti 3-0, ma il Canada non molla e piazza un parziale di sei giochi ad uno che gli regala un’inaspettata, quanto fantastica, semifinale alle Davis Cup Finals 2019.

AUSTRALIA – CANADA 1-2 
Vasek Pospisil (CAN) b. John Millman (AUS) 7-6(7) 6-4
Alex De Minaur (AUS) b. Denis Shapovalov (CAN) 3-6 6-3 7-5
Vasek Pospisil/Denis Shapovalov (CAN) b. John Peers/Jordan Thompson (AUS) 6-4 6-4


Fonte: http://www.livetennis.it/


Tagcloud:

Davis Cup: I risultati completi con il dettaglio del Day 4. Canada in semifinale

Rafael Nadal chiude l’anno al n.1 del mondo per la quinta volta. E’ il più anziano da quando c’è il ranking ATP