in

La NBA, New York e il grande amore degli italiani per i Knicks

NBA, New York e Madison Square Garden. Si tratta sostanzialmente del mix perfetto per chi ama viaggiare, per chi è appassionato di basket e per chi soprattutto desidera vedere dal vivo una delle arene più belle e famose del pianeta. La NBA, la Lega di basket più importante al mondo, è da sempre impegnata per diffondere il proprio spettacolo anche fuori dai confini nordamericani. Lo scorso anno, per la prima volta nella storia, il titolo NBA è stato conquistato dai Toronto Raptors, prima franchigia non statunitense (ma canadese) a vincere il prestigioso anello. Quest’anno, dopo un’estate davvero ricca di novità e sorprese in chiave mercato, la nuova stagione è ripartita di slancio proponendo da subito grandi sfide e duelli che stanno appassionando i tifosi di tutto il mondo.

Ecco perché quando si progetta un viaggio negli States o in Canada tra le mete immancabili del proprio programma di viaggio non può mancare anche quella in una delle tante, modernissime e affascinanti arene del Nord America per assistere dal vivo allo spettacolo della NBA. Vedere con i propri occhi lo show del basket americano e guardare le grandi imprese degli atleti delle 30 squadre che compongono la Lega, è una delle esperienze più coinvolgenti e iconiche in assoluto.

I New York Knicks

Il Madison Square Garden è senza dubbio una delle più importanti tra le 30 arene NBA. Ma non è solo questo: si tratta di un vero e proprio luogo di culto dove sono andati in scena alcuni tra i più importanti eventi del XX secolo (leggendari i due match di boxe tra Muhammad Ali e Joe Frazier ma anche molti concerti che hanno fatto la storia della musica) e dove ogni anno i New York Knicks giocano le loro sfide casalinghe. Inoltre in questa prestigiosa struttura va in scena a giugno il Draft della NBA, in cui le 30 franchigie della Lega scelgono i nuovi giocatori. Il nuovo MSG è stato aperto nel 1968 e può ospitare al suo interno circa 20mila persone. I New York Knicks giocano all’interno del MSG tutte le partite casalinghe della stagione regolare e sono senza dubbio una delle squadre più importanti della Lega (ne fanno parte fin dalla fondazione, insieme ai Boston Celtics e ai Golden State Warriors). Nella loro storia i Knicks hanno conquistato due titoli (nel 1970 e nel 1973) battendo in finale, in entrambe le occasioni, i Los Angeles Lakers. In totale sono 8 le finali disputate da New York. Tantissimi i giocatori leggendari che hanno indossato la maglia dei Knicks: da Willis Reed e Walt Frazier a Earl Monroe e Jerry Lucas. Da Patrick Ewing e Bernard King a John Starks e Charles Oakley. Negli anni ‘90 New York ha raggiunto due volte la finale NBA (nel 1994 e nel 1999) ma in entrambe le occasioni è stata sconfitta (rispettivamente dagli Houston Rockets e dai San Antonio Spurs). In tempi recenti i Knicks hanno avviato una lunga ricostruzione, ancora in corso, non riuscendo però a raggiungere nuovamente le finali. Nel 2008 i Knicks hanno scelto l’azzurro Danilo Gallinari al Draft ma nel febbraio 2011 l’ala italiana viene inserita all’interno di uno scambio che porta Gallinari ai Denver Nuggets.

I New York Knicks al MSG: che richiesta per i biglietti!

Proprio per questo comprare in anticipo i biglietti dei vari match della NBA e dei New York Knicks è tra le prime cose che i fan di tutto il mondo e gli italiani devono fare in vista del loro viaggio oltreoceano. Da questo punto di vista Hellotickets, sito web specializzato nella vendita dei biglietti per il basket americano, è in prima fila per soddisfare i tifosi nell’acquisto dei contesi tagliandi.

Secondo i dati raccolti da il 34% degli italiani che viaggia negli Stati Uniti partecipa dal vivo allo spettacolo della NBA e il 62,4% afferma di aver risparmiato proprio per acquistare i biglietti di un match. Dati che confermano la passione totale per uno show che in molti descrivono come l’esperienza americana totale e che spiega l’aumento significativo e costante della vendita dei biglietti per assistere ai match dei Knicks anno dopo anno.

E fondamentale, dunque, comprare i biglietti prima di inziare il viaggio verso New York per essere sicuri di assicurarsi la possibilità di assistere alle sfide dei Knicks durante il soggiorno nella Grande Mela ma anche per evitare le code e i prezzi più alti, considerando soprattutto che gli stessi aumentano il giorno della partita. Peraltro è possibile pianificare tutto con molto preavviso considerando che il calendario viene annunciato durante l’estate e prevede tutte le partite della stagione regolare (da ottobre fino ad aprile, momento in cui iniziano i playoff).

Anche scegliere il posto dal quale assistere al match è molto semplice ricordando comunque che i lati del campo restano sempre l’opzione migliore per assistere allo show perché ti permette di vedere il terreno di gioco nella sua interezza. Per quanto riguarda i prezzi per assistere a un match NBA, la spesa media è di 180 euro ma tutto dipende dal budget che si ha a disposizione: i settori più lontani dal parquet, ideali per chi è solo curioso di vivere l’esperienza di assistere a una partita NBA, sono quelli più economici. Ovviamente a mano a mano che ci si avvicina al campo aumentano in modo proporzionale anche i prezzi dei biglietti fino ad arrivare ai lati del campo, i posti in prima fila, che possono arrivare a costare anche più di 600 euro (dipende molto anche dalla partita scelta).

L’esperienza totale di una partita vissuta al MSG

D’altronde assistere a una sfida NBA non è un evento comune e che non si limita alla singola partita ma che invece comprende tutte le attività connesse al match: dal prepartita con giochi, karaoke e spettacoli per intrattenere il pubblico, all’esecuzione dell’inno statunitense poco prima dell’inizio della partita, uno dei momenti più emozionanti in assoluto. Dagli eventi svolti tra primo e secondo tempo fino agli show eseguiti durante i timeout.

Senza considerare la grande emozione nell’entrare nelle grandi arene NBA assaporando l’atmosfera di luoghi che hanno fatto la storia dello sport americano e mondiale come appunto il Madison Square Garden. All’interno delle arene, inoltre, è possibile acquistare cibo e bevande ma anche magliette e tanti altri articoli legati allo show della NBA.

Assistere a una sfida dei New York Knicks, dunque, si è trasformata in una “cosa da fare” assolutamente quando si organizza un viaggio nella Grande Mela: è entrata di diritto nella lista ideale delle mete immancabili per il turista, insieme all’Empire State Building, la Statua della Libertà, il Guggenheim, il MoMA (Museum of Modern Art) e tutti gli altri famosissimi musei di NYC. Oggi più che mai tutti, sia i grandi appassionati di basket che i semplici turisti, cercano di vivere lo sport americano al massimo livello.


Fonte: http://www.corrieredellosport.it/rss/basket


Tagcloud:

Serie A, Varese distrugge la Virtus Roma per 99-69