Tennis, Andy Murray si ritira in lacrime: “La mia anca ha un grave problema”

Purtroppo per Andy Murray venerdì 11 gennaio sarà per sempre un giorno molto brutto perchè lo scozzese durante una conferenza stampa che nessuno aveva previsto ha deciso di lasciare il tennis definitivamente a causa del problema all’anca che ormai lo perseguita da tanto tempo e che purtroppo gli ha compromesso questi ultimi diciotto mesi di carriera tanto è vero che il tennista è sceso fino al numero 230 del ranking Atp.
La sua intenzione è quella di provare a giocare fino a Wimbledon, il suo torneo preferito davanti al pubblico amico, anche se bisognerà vedere in questi mesi come evolverà la sua situazione fisica.

Queste le sue parole più significative durante la conferenza stampa di oggi dove visibilmente commosso alla fine non ha potuto evitare le lacrime: “Ci sono piccoli gesti quotidiani che ho difficoltà a fare, questo è il motivo principale per il quale devo smettere di giocare e scegliere qualcosa che mi permetta di avere una migliore qualità della vita. L’operazione che ho fatto lo scorso anno non è servita e non sarebbe divertente per me continuare a giocare a tennis. Vorrei arrivare a ritirarmi a Wimbledon, ma non so se sarò capace di giocare per altri cinque mesi con questo dolore. La mia anca ha un grave problema, il dolore non mi permette di godermi l’allenamento e la competizione”.

Andy Murray in carriera ha giocato 67 finali e vinto 45 tornei di cui tre Slam (Us Open 2012, Wimbledon 2013-2016), sono invece otto le finali perse in un Major. Si contano poi quattordici vittorie nei Masters 1000, (l’ultimo a Parigi-Bercy nel 2016), sedici tornei Atp 250 e nove Atp 500, l’ultimo de quali probabilmente sarà il suo ultimo vinto in carriera, ovvero Dubai 2017. Da ricordare anche la vittoria alle Atp Finals e due medaglie d’oro ai Giochi Olimpici (Londra 2012- Rio 2016) unico tennista a riuscire in questa impresa. Infine da ricordare che è rimasto in vetta nel ranking Atp per 41 settimane, dal 7 novembre 2016 al 20 agosto 2017.

Fonte: http://news.superscommesse.it/

Potrebbero interessarti

I commenti sono chiusi.